ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Forio, a Cava il mare “rigurgita” un serbatoio arrugginito

FORIO – Il forte vento che in questi giorni sta sferzando il perimetro dell’isola restituisce sulle spiagge isolane un po’ di tutto. Solitamente niente di buono. Basta fare una passeggiata sulle spiagge per fare la conta dei numerosi oggetti spiaggiati, tanti, decisamente troppi i rifiuti. Il mare, divenuto una vera e propria pattumiera, restituisce di tutto.

Ancora scioccati e amareggiati per lo spettacolare arenamento del capodoglio Leopoldo che ha dipinto di tinte surreali la vigilia di Natale a Forio, il popolo di Forio deve ora fare i conti anche con i rifiuti che popolano le spiagge, rifiuti singolari.  Stavolta è la spiaggia di Cava, già falcidiata da un triste stato di degrado, a ospitare, suo malgrado, un altro dei rifiuti di cui è pieno il mare e che saltuariamente, soprattutto nelle giornate di tempesta, ci rammenta quanta immondizia galleggia nelle sue acque.

Depositato dal forte vento c’è nella spiaggia di Cava dell’isola un grosso e arrugginito serbatoio. Forse le correnti lo hanno trasportato da chissà quale lido fino alle nostre spiagge, o più verosimilmente è tornato a terra dopo che qualche incivile lo ha gettato da una delle spiagge dell’isola. Certo è che l’arrugginito e ammaccato serbatoio è un triste memento dell’enorme mole di spazzatura che infesta i mari del Mediterraneo. Non solo rifiuti di grosse dimensioni come quello appena spiaggiato sull’arenile di una delle spiagge più belle, ma anche deturpate dell’isola.

Sempre più preoccupante la situazione di salute dei nostri mari divenuti, nel corso degli anni, una vera e propria pattumiera dove incivili di ogni genere hanno individuato i flutti e le onde come una vera e propria discarica. Al di là dei rifiuti ingombranti, come quello appena rigurgitato dal mare e accolto, suo malgrado, dalla spiaggia di Cava, galleggiano nel mare miliardi di microparticelle che non solo inquinano ma mettono a repentaglio la salute dei pesci e quindi anche di chi è solito cibarsi dei prodotti del mare.

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close