ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Forio, cercasi svolta

Frequento Forio dai primi anni 50. Mi sento di casa. Le sue atmosfere, i suoi paesaggi, la sua capacità di essere una isola nell’isola, mi hanno sempre affascinato. Come mi hanno affascinato molti personaggi con la loro cultura e la capacità di rappresentare la loro cittadinanza. Devo però convenire che sotto molti aspetti Forio mi appare davvero come una realtà assolutamente  incomprensibile. La ripetitività di alcuni fatti e circostanze mi lasciano a dir poco interdetto. Per esempio, non capisco come da una trentina di anni si continua a distruggere la sua identità senza riuscire a dare una fisionomia ad un territorio ormai diventato dozzinale. Negli anni 70 e 80 ci pensarono Gaetano Colella con l’aiuto di Francesco Del Deo, Francesco  Trofa ed altri a non saper dare una svolta. Precedentemente la politica democristiana di Vincenzo Mazzella, Michelino Colella, quella socialista di Francesco Regine con l’avvento del nuovo negli anni sessanta si incartò e Forio scelse un papa straniero.

Elessero sindaco l’avvocato Patroni Griffi. Doveva essere un periodo di transizione verso nuovi orizzonti. Crescevano Nino D’Ambra, Franco Iacono ed altri che non riuscirono a dare la svolta necessaria. Il disastro giunse con Franco Regine per finire con Francesco Del Deo. Cosa succederà a questa terra benedetta con le prossime elezioni amministrative di maggio prossimo? Leggo sulla stampa locale le prospettive future di questo paese. Qualche giovane c’è. Francesco Del Deo aveva portato in Consiglio un numero di persone intellettualmente capaci di creare un’aria nuova. Ma la miopia di Del Deo che ha preferito non volare alto per beceri motivi preferendo circondarsi di mediocri personaggi ha fatto fallire la sua amministrazione. Mai Forio era caduta così in basso. Al suo nuovo arrivo molti di noi si erano illusi. A chi affidare il futuro di Forio? Un momento interlocutorio con un padre della patria che sappia circondarsi di una gioventù e la sappia ben guidare verso il futuro? Nino D’Ambra, Nino Arturo, Franco Iacono? Che ne pensate?

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close