CULTURA & SOCIETA'

Forio, cittadinanza onoraria al professor Giuseppe Luongo

Il riconoscimento per il professore di geofisica, già direttore dell’Osservatorio Vesuviano, tra i maggiori esperti di terremoti, verrà sancito nel corso del consiglio comunale del 5 giugno

Qualche giorno dopo il terribile sisma che ha colpito l’isola d’Ischia il 21 agosto 2017, il professor Luongo, dall’alto della propria esperienza proponeva: “Ischia dovrebbe diventare ora un laboratorio per i sismologi, i geologi, per l’ingegneria sismica, questo è un momento veramente importante.” Alla luce del dramma subito dalle famiglie ischitane e dai turisti presenti sull’isola in quei pochi secondi in cui il  sisma ha strappato le vite di due persone e costretto decine di famiglie ad abbandonare le proprie abitazioni, il professor Luongo aveva ricordato quanto importante sarebbe monitorare l’isola per avere sempre più strumenti che ci consentano di conoscere più a fondo le dinamiche dei terremoti, per conoscere di più e avere maggiori strumenti in modo da impedire drammi futuri.

A questo proposito, per gli studi effettuati sulla conformazione dell’isola, l’amministrazione di Forio proporrà durante il prossimo consiglio comunale di conferire allo studioso napoletano la cittadinanza onoraria. “Nella prossima adunanza del consiglio comunale in programma per mercoledì 5 giugno, – precisa l’avvocato Gianni Matarese – tra i punti all’ordine del giorno è previsto il conferimento della cittadinanza onoraria del Comune di Forio al prof. Giuseppe Luongo. Sono onorato di aver proposto tale riconoscimento, che ha tra l’altro ottenuto piena approvazione da parte del sindaco Francesco Del Deo, del presidente del consiglio e dei colleghi consiglieri, ad una personalità che ha dato e continua a dare tanto alla nostra realtà locale. Il prof. Luongo, Professore Emerito di Geofisica della Terra Solida presso l’Università di Napoli, già Senatore della Repubblica, nonché già Direttore dell’Osservatorio Vesuviano e presidente del Consiglio Scientifico dell’Istituto Internazionale di Vulcanologia del CNR, ha svolto accurati e preziosi studi sulla storia geologica, vulcanica e sismica dell’isola d’Ischia, mettendo a disposizione della stessa e dei nostri concittadini le proprie competenze professionali e collaborando altresì alle opere di monitoraggio dell’attività sismica. Rappresenta un vero punto di riferimento in tutte le iniziative volte allo studio del territorio ed alla individuazione di razionali azioni amministrative finalizzate alla riduzione dei rischi per la popolazione locale”.

Il presidente del Consiglio Scientifico dell’istituto internazionale di vulcanologia del CNR ha più volte sottolineato il pericolo insito in un’isola così fortemente vittima di abusi. “Opporsi al condono – ha recnentente dichiarato – è moralmente e tecnicamente il primo passo per una soluzione compatibile con le esigenze della comunità dell’Isola d’Ischia e con le caratteristiche fisiche del territorio. L’obiettivo è di scegliere il percorso della ricostruzione nella sicurezza. Purtroppo tale scelta non paga la classe politica che privilegia la risposta meno razionale per ottenere il consenso. Questa scelta irrazionale è prodromo di altri disastri. Quanti sono stati colpiti dal terremoto e quanti vivono in aree sismiche (non solo chi vive nelle costruzioni “abusive”) sono invitati a riflettere su questa problematica perché le scelte condizionano la loro vita futura e quella delle generazioni future. Invitiamo tutti la classe politica a scegliere l’obiettivo della mitigazione del rischio con un impegnativo programma di risanamento del territorio”.

Il riconoscimento da parte dell’amministrazione è stato sinceramente apprezzato dal professore che ha commentato: “ la notizia del conferimento della cittadinanza onoraria di Forio che il Consiglio comunale si appresta a votare nei prossimi giorni mi ha dato gioia per le motivazioni dell’alto onore conferitomi da amministratori sensibili al progresso culturale e civico della propria comunità”. Non mancando infine di ringraziare il primo cittadino di Forio, Francesco Del Deo.

Annuncio
Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close