POLITICAPRIMO PIANO

Forio, Del Deo vara la nuova giunta

Rientrano Vito Manzi e Gianna Galasso, escono Luigi Patalano, Davide Castagliuolo e Daniela Amalfitano, restano Mario Savio e Angela Albano. A breve il sindaco svelerà il quinto nome del nuovo esecutivo

Un anno dopo le elezioni, ecco profilarsi all’ombra del Torrione la rivoluzione “bianca”, come veniva chiamato nell’Iran degli anni ‘60 l’intervento dall’alto diretto a mutare in modo incruento gli equilibri. Al posto dello Scià di Persia, nel nostro caso è il Papa di Forio, Francesco Del Deo, a dettare la nuova composizione dell’esecutivo. Dall’entourage di maggioranza assicurano che si tratta di una staffetta ampiamente prevista, annunciata dallo stesso sindaco sin dal momento delle elezioni.

In sostanza, una rotazione per dare spazio e visibilità a tutti coloro che hanno in varia misura contribuito all’affermazione elettorale del 2018. Restano al proprio posto il vicesindaco Mario Savio e Angela Albano, mentre tornano nell’esecutivo Vito Manzi e Gianna Galasso. Ai loro posti in consiglio comunale subentreranno Luigi Patalano (quello del patronato, per intenderci) e Davide Castagliuolo. A lasciare la giunta saranno anche Luigi Patalano, dopo un anno di assessorato, e Daniela Amalfitano. Resta quindi da conoscere il quinto nome della nuova giunta, quello che andrà a sostituire proprio la Amalfitano. A Palazzo fanno sapere che è questione di ore, poi il sindaco riempirà anche l’ultima casella mancante. Si tratta, come dicevamo, di un turnover concepito per “premiare” i vari fedelissimi che sono risultati più o meno decisivi nel faticoso scontro elettorale con la compagine guidata da Stani Verde, una vittoria maturata al ballottaggio e con uno scarto non eccessivo.

Una rivoluzione soft, che conferma lo stile del primo cittadino, dichiaratamente e orgogliosamente democristiano, anche nell’assegnare incarichi e nel concedere le luci della ribalta, quasi come le regole stabilite dal famoso manuale Cencelli, anche questo di democristiana memoria. Alcuni osservatori vedono nella nomina di Gianna Galasso una mossa per ricomporre la presunta frattura col sindaco dopo l’affare delle strisce a pagamento per i ciclomotori, qualcun altro invece la porta ad esempio dell’immutata armonia tra i due. Sia come sia, mentre il paese e l’isola sono immersi nell’afa agostana, ecco varato il nuovo esecutivo, che a breve sarà ufficializzato nel prossimo consiglio comunale.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker