Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Forio dice addio a Mena Amalfitano, fu un punto di riferimento per la comunità

Mena Amalfitano ha perso la sua battaglia contro un male che da tempo la teneva lontana dalla vita pubblica. L’assessore della giunta Del Deo è deceduta nella giornata di ieri, circondata dall’affetto dei suoi cari. Dolore e sgomento nel Comune all’ombra del Torrione, dove la donna – di soli 48 anni – era conosciuta e amata per le sue innate doti umane. Le esequie, per volontà della stessa defunta, si svolgeranno stamane alle 11,00 in forma strettamente privata nella basilica di San Vito Martire, alla presenza dei prossimi congiunti e di alcuni amici.

L’IMPEGNO POLITICO E L’ESEMPIO DEL PADRE FERDINANDO. La politica ha da sempre animato la vita di Mena. Suo padre Ferdinando, fervente socialista e grande amico dell’ex sindaco Franco Regine, ricoprì per diversi anni il ruolo di assessore. Seguendo le orme paterne, all’indomani delle elezioni del 2008 fu chiamata dal sindaco Franco Regine a ricoprire il ruolo di assessore comunale nella giunta del noto otorinolaringoiatra. Cinque anni dopo, con l’avvento dell’amministrazione Del Deo, Mena Amalfitano collezionò numerose preferenze (ben 328) con la lista “Amore per Forio”. Un ottimo risultato che le valse la piena fiducia dell’attuale primo cittadino, che decise di riaffidarle l’incarico di assessore, che ha svolto con profondo zelo finché le forze gliel’hanno concesso.

LE REAZIONI. Benché la famiglia dell’architetto sia notoriamente molto riservata, la notizia della morte di Mena Amalfitano si è diffusa in tutto il paese nel giro di poche ore. Tra le prime persone a commentare il luttuoso evento figura il consigliere di maggioranza Donatella Migliaccio, che ha scritto su Facebook: «Mena, che sei stata così grande seppure tu così piccina, che hai lottato tanto con il sorriso sulle labbra sempre, anche quando non ce la facevi; che cercavi sempre di capire le cose, che ti divertivi a farle le cose, che seguivi Francesca con lo sguardo divertito quando era Luca a tenerla… Mai avrei voluto scrivere queste parole, avrei voluto ancora incontrarci, cercare di fare le cose e divertirci… Che pena immensa…».

Profondissimo cordoglio trapela anche dalle parole di Nicola Manna di “Aria Nuova”, che ha affermato: «Ho accolto con immensa tristezza la notizia della scomparsa di Mena Amalfitano. Veramente ancora adesso faccio tanta fatica ad accettare una così cruenta realtà. È lontana da me ogni sorta di ipocrisia, poiché la distanza politica tra me e Mena era ampia, ma la rispettavo enormemente, per la sua voglia di impegnarsi, per il suo modo di accogliere anche un parere critico… e quante criticità del territorio le ho sottoposto! Eri sempre solare, gioiosa, cara Mena. Io ti scrivo queste poche parole con l’anima in spalle, salutando una donna come te, davvero coraggiosa, determinata anche nelle avversità. Ora che il tuo fisico è mondato da ogni sorta di aggressione, possa tu ritrovare la pace, e mantenere eternamente quel tuo sorriso, che a me piaceva tanto. Ciao cara Mena». Infine, anche lo storico e fotografo locale Gerardo Calise ha voluto esprimere il proprio dolore: «A Dio Mena, sappi che seppur ci hai lasciati ancor giovanissima, sei riuscita a farti amare da tutti, per la tua innata simpatia e giovialità. Un grande abbraccio ti accompagni nel Regno dei Giusti».

Ads

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x