ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Forio e l’appalto alla Eco Eco, chiaro il coinvolgimento di Franco Regine

ISCHIA – L’informativa della Squadra Mobile della Questura di Napoli, dalla cui “sintesi” è scaturita poi l’ordinanza sull’inchiesta rifiuti nei Comuni di Lacco Ameno e Forio vede, secondo gli inquirenti, un chiaro coinvolgimento di Franco Regine (all’epoca sindaco di Forio) e del suo entourage, a cui è addirittura riservato un capitolo dell’articolato documento. I poliziotti scrivono che “giova precisare che se le gerarchie dell’organizzazione trovavano uno speculare riscontro in quelle della corrente del Pdl napoletano, riconducibile all’attuale Presidente dell’Ente Provincia Luigi Cesaro, è pur vero che nel corso delle indagini, emergeva ruolo e coinvolgimento di esponenti di altri partiti come ad esempio il PD. In merito risultavano evidenti le responsabilità del Sindaco del Comune di Forio Franco Regine e del suo entourage, a dimostrazione che, come veniva sintetizzato nel titolo dell’informativa, i soldi che non hanno odore, non conoscono neanche preferenze per casacche di partito. A conforto di quanto appena esposto, risulta necessario riportare alcuni dei passaggi salienti relativi alla vicenda di Forio, ovvero della scala di comando e dei rapporti attraverso i quali il Ciummo raggiungeva gli illeciti accordi. In data 1 dicembre 2011, si registrava un contatto tra l’Assessore con Delega all’Ambiente del Comune di Forio Enzo Di Maio e il patron della Ego Eco Vittorio Ciummo, nel corso del quale i due uomini concordavano un appuntamento a breve:

DI MAIO – Pronto?

CIUMMO – Buonasera avvocato, sono Vittorio…

DI MAIO – Buonasera

CIUMMO – Volevo sapere lei a che ora va allo studio e a che ora ci possiamo incontrare da qualche parte… non so…

DI MAIO – Non lo so, lei dove sta adesso… sta già qui?

CIUMMO – Sì, sì… io sto a Casamicciola e in questo momento sto venendo lì

DI MAIO – Io adesso sono arrivato… in questo momento sono arrivato a casa, a dire la verità… ci possiamo vedere tra un’oretta?

CIUMMO – Va bene, d’accordo… allora sono le 14.30… verso le 15.30 va…

DI MAIO – Alle 15.30, 15.45 allo studio… va bene?

CIUMMO – 15.45 va bene, d’accordo

DI MAIO – Va bene…

CIUMMO – Grazie, arrivederci…

Poco dopo, Ciummo si sentiva con il suo “braccio destro” Salvatore Antifono, al quale riferiva in ordine all’incontro e poi nella stessa serata, si registravano altre tre importanti conversazioni dalla cui sequenza, si deduceva che l’avvocato, ovvero Enzo Di Maio che si era incontrato con Ciummo, era in contatto con Rando, e che l’appuntamento era stato concordato proprio con questi, che voleva evitare di avere altri contatti diretti con esponenti della “Ego Eco srl”, nel fondato timore di essere al centro di attenzioni investigative…

 

DI MAIO – Pronto?

RANDO – Uè

DI MAIO – Uè, dimmi

RANDO – Hai sentito nessuno?

DI MAIO – No

RANDO – Ah, proprio nessuno?

DI MAIO – No, no, scusami, ho visto… è venuta da me una persona

RANDO – E quindi gli hai detto che non doveva…

DI MAIO – Gli ho detto non c’è problema… infatti mica è venuto?

RANDO – No, sì… tu gli hai spiegato per tutto il corollario… perché quello a volte manda anche emissari, capito?

DI MAIO – No, lui ha detto che già era stato da te un altro, ma prima

RANDO – Eh…

DI MAIO – Eh, prima io non lo sapevo, l’ho visto alle 16, alle 17, che ne sapevo prima… hai capito?

RANDO – No, prima…

DI MAIO – Ho detto… ora non andate più… gli parlo io non ti preoccupare… mi ha detto un’altra cosa che devo dirti e poi te la dico io… con calma domani… capito?

RANDO – Va bene

DI MAIO – E l’altra cosa… tutto a posto lì… da voi?

RANDO – Oh… non ricordo…

DI MAIO – Ah… ma il capo è stato da te?

RANDO – Sì… sì… sì…

DI MAIO – Va bene, ci sentiamo domani mattina

RANDO – Ciao

DI MAIO – Ciao, vengo presto da te

 

Una indiscutibile conferma dei sospetti degli inquirenti arriva nella medesima serata, quando il Rando si negava a Salvatore Antifono, che lo aveva inutilmente atteso fuori casa. Il Rando riferisce anche alla moglie di comunicare la sua assenza da casa se qualcuno lo avesse cercato e lo stesso e dell’impossibilità di entrare in contatto con il funzionario foriano, proprio Antifono riferisce telefonicamente a Vittorio Ciummo: “Eh, niente Vittorio, è andato a cena con alcuni amici… capito… ora domani ci vediamo me lo ha detto la moglie… ora sto in macchina perché Augusta è andata a mangiare una pizza con Ciro e sto in macchina qua che aspetto che devo fare”. Ma non è ancora tutto. Infatti, una circostanza non meno importante, risultava la registrazione dei contatti avvenuti tra il Di Maio ed il Sindaco di Forio, Francesco Regine, con il quale veniva concordato un urgente incontro per importanti “aggiornamenti”:

 

REGINE – Pronto?

DI MAIO – Franco?

REGINE – Ueh, ciao Enzo

DI MAIO – Buongiorno

REGINE – Buongiorno a te

DI MAIO – Senti, ma dove stai?

REGINE – E io sto a Casamicciola, poi oggi pomeriggio faccio politica…

DI MAIO – Eh no, senti, ci dobbiamo vedere, perché ci sta tutta una serie di novità che ti devo dire…

REGINE – Ed allora vediamoci oggi pomeriggio, dalle 16 in poi sto a casa…

DI MAIO – Va bene, okay, ciao

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close