ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Forio, i camion dell’immondizia in bella mostra alla Chiaia

FORIO – Forio sta vivendo un ottobre sull’orlo della crisi a causa dell’annosa questione della gestione dei rifiuti. Presso il campo “Salvatore Calise”, per diversi giorni non si sentiranno le urla e grida che accompagnano le fasi di gioco dei ragazzi impegnati ad allenarsi e giocare sul campo.  Si sono rese necessarie, e con una certa urgenza, operazioni di bonifica che comportano lo smantellamento delle vasche per la raccolta dei rifiuti realizzate a pochi metri dal campo. Non solo. per eliminare il letto di insetti che ha destato allarme e preoccupazione tra le mamme sarà necessario asfaltare tutto il terreno prospiciente il campo da gioco,  in modo da bonificare l’area contaminata dal percolato, che si trova a pochi metri dal campo verde. Il cattivo odore e una quantità sospetta di insetti, probabilmente zecche e pidocchi, hanno reso necessario l’intervento d’urgenza.

Intanto, nella zona interessata dai lavori, dove venivano solitamente parcheggiati i camioncini della nettezza urbana, i mezzi che si occupano della raccolta dei rifiuti su tutta l’isola, naturalmente non potranno più sostare. Ed ecco che le operazioni di trasferenza dei rifiuti vengono effettuate, già a partire da ieri mattina, in mezzo la strada. Alle 10 del mattino agli occhi degli ancora numerosi turisti che frequentano la spiaggia della Chiaia si è così prestato lo spettacolo delle operazioni di travaso dei rifiuti, in pieno giorno. Stesso spettacolo anche dinnanzi al campo sportivo di Panza, dove non pochi residenti si sono lamentati dei miasmi che hanno invaso la zona. Una situazione che ha destato preoccupazione tra i residenti che non hanno mancato di chiedersi per quanto tempo ancora dovrà persistere lo stato d’emergenza.

Stani Verde, consigliere d’opposizione del comune, candidato sindaco che non ha ottenuto la carica di primo cittadino  per poche centinaia di voti al ballottaggio dello scorso giugno, ha già portato il proprio grido di protesta al di là dei confini isolani facendoli giungere fino a Roma: “Abbiamo chiesto aiuto ad esponenti del Governo sia della Lega che del Movimento 5 Stelle per chiedere un Commissario che risolva quanto prima la questione dei rifiuti di Forio. Il Sindaco Del Deo – ha tuonato Stani Verde – non è capace di risolvere la faccenda per manifesta incapacità. Qui si rischia di morire di rifiuti – ha evidenziato l’esponente dell’opposizione .- e non possiamo permetterlo. Se non facciamo nulla – ha concluso Stani Verde, siamo destinati a morire per colpa degli incompetenti che ci amministrano”.

Perché l’emergenza è davvero dietro l’angolo. Al comune si lavora alacremente per trovare una sistemazione, ancora una volta provvisoria, dove far parcheggiare i mezzi della nettezza urbana. Momentaneamente pare che siano state individuate due aree, una a Forio e l’altra a Panza dove perlomeno far sostare i mezzi durante le ore di inattività. Ma è ormai assodato che i mezzi della nettezza urbana verranno parcheggiati proprio a Zaro, la zona al centro, nelle scorse settimane, di aspre polemiche sull’opportunità di lasciare in una zona così bella i camioncini della nettezza urbana.

Di sicuro non potranno essere utilizzate per le operazioni di trasferenza che momentaneamente, come hanno avuto modo di notare i turisti della Chiaia, potranno essere effettuate in strada, sotto gli occhi di tutti.

 

Intanto i cittadini che hanno bisogno di gettare via rifiuti ingombranti dovranno pazientare e conservare materassi, vecchi mobili, televisori e qualsiasi altro rifiuto speciale, in casa. In questo momento di emergenza la ditta che si occupa delle pulizia del territorio non è in grado di sopperire a tutte le esigenze dei cittadini.

Antonello De Rosa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close