CULTURA & SOCIETA'

Forio in fiore: buona la prima, appuntamento a lunedì

Raduno alle 18 dinanzi al Bar Maria per il percorso itinerante e teatrale "Mare, Amore e fantasia: una storia d’amore a Ischia negli anni ’50”

Un bellissimo pomeriggio trascorso all’insegna della natura quello svoltosi venerdì scorso a Forio per la manifestazione “Forio in fiore”.L’evento, giunto alla sua dodicesima edizione, ha visto la partecipazione di numerosi turisti e ischitani che, guidati dalla prof.ssa Capodanno e dal prof. Pierpaolo Mandl, sono andati  alla scoperta della flora spontanea dell’isola d’Ischia, nella cornice di alcuni dei portoni più suggestivi di Via Torrione.

“Salotto nel verde itinerante” questo il titolo di quest’evento che ha visto un mix tra storia e botanica.Già dalle ore 12:00 di venerdì mattina all’interno dei portoni sono stati esposti gli esemplari più tipici della flora spontanea dell’isola d’Ischia in quelli che sono gli angoli più antichi del vicolo.I portoni aperti sono stati quelli di palazzo Covatta, lì dove visse la moglie di Benito Mussolini, mandata in esilio qui a Ischia, palazzo D’Ascia e quello della signora Maria Cigliano, una casa tipica di pescatori. Nel tardo pomeriggio, invece, alle pendici del Torrione, storica dimora di Maltese, lo spettacolo interpretato dai giovanissimi soci e dalle socie a tema natura, “il sasso e la pigna”, con le coreografie di Mary Sportiello e la magia della danza. Il tutto si è concluso… a tarallucci e vino con lo street food flower, assaggi e sfizioserie a cura del ristorante Zì Carmela, con l’intrattenimento di Sara Pantalone e Frank Mitch.E l’evento continua lunedì 29 aprile alle ore 18.00 dalla Fontana dinanzi al Bar Maria per il percorso itinerante e teatrale “Mare, Amore e fantasia: una storia d’amore a Ischia negli anni ’50.

«É un percorso teatrale e musicale che parte dal centro di Forio, passa per il caratteristico rione dei pescatori e su conclude al molo borbonico. Il percorso – ci racconta il professore Pierpaolo Mandl – è ispirato ad una storia vera. Il matrimonio che si tenne a Ischia nel 1958 tra un motorista isolano e una nobildonna inglese, lady Amely Eden, figlia di sir Timothy Eden. Nel percorso saranno rievocate le atmosfere tipiche del periodo, con personaggi quali i coniugi Walton, Moravia, Maria internazionale. Il tutto arricchito con le musiche di Ugo Calise, cantante del periodo, e un rinfresco finale al momento del matrimonio al molo borbonico. Ci sarà anche un momento di poesia e di tradizione con i pescatori di Forio sul molo». Un appuntamento di quelli da non perdere!

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close