POLITICA

Forio, la Marina del Raggio Verde infiamma il consiglio comunale

Dopo la nomina dei nuovi assessori è l’approvazione del bilancio ad accendere la seduta le tematiche legate alla società che gestisce il porto: botta e risposta tra Castagliuolo e Stani Verde

Civico consesso pieno di buoni propositi quello che si è tenuto ieri a partire dalle 18.00 nella sala conferenze del Molo Borbonico intitolata a Lucia Capuano, nel piazzale Marinai d’Italia. Il primo dei sei punti all’ordine del giorno ha trattato la nomina dei nuovi assessori, già preannunciata dal nostro giornale qualche giorno fa. La convalida delle nomine vede quindi il passaggio di testimone di Davide Castagliuolo, Luigi Patalano e Daniela Amalfitano in favore di Vito Manzi, Gianna Galasso e Luigi Lamonica. A prendere il posto di Vito Manzi nel civico consesso Luigi Patalano che però non è l’assessore uscente, ma un suo omonimo. Agli auguri di Del Deo fanno eco le congratulazioni dell’opposizione, con tanto di applauso. Una buona premessa per un consiglio comunale dal ritmo sereno e non litigioso.

L’inizio del consiglio comunale è stato cadenzato per un’ora abbondante da una serie di interventi, soprattutto della minoranza, che hanno sviscerato alcuni dei problemi più urgenti che gravano sul territorio di Forio. Dai problemi del campo sportivo di Panza, ai problemi diffusi della scarsa illuminazione su tutto il territorio, fino poi alle frecciatine sulla presunta regia occulta che muoverebbe l’opposizione nei propri interventi. L’avvocato Lavista, dai banchi dell’opposizione, scioglie ogni dubbio e ricorda che l’unica regia occulta che muove le istanze che nascono dai banchi dell’opposizione viene effettuata soltanto dai cittadini di Forio. Cittadini che a Forio – denunciano i consiglieri di opposizione Stani Verde e Dino D’Abundo – vengono classificati in quelli di Serie A e di Serie B. Il sospetto mosso dall’opposizione e dichiarato in civico consesso sottolinea la cattiva abitudine da parte di alcuni tecnici e dirigenti comunali di fare “figli e figliastri” e di risolvere i problemi solo di alcuni cittadini, soprattutto di quelli che vanno al comune con la benedizione dei consiglieri di maggioranza. Un’accusa subito rimandata al mittente dalla maggioranza che garantisce piena parità per tutti i cittadini di Forio.

Turn-Over degli assessori, perplessità anche dalla maggioranza

Per coinvolgere e premiare tutte le liste che hanno contribuito al successo elettorale di Francesco Del Deo, il sindaco ha deciso di mettere in atto un vero e proprio turn-over di assessori che si daranno il cambio ogni 6 mesi. Un modo per fare in modo che ci sia la giusta rappresentanza secondo il primo cittadino, un limite di non poco conto per la minoranza. E’ il consigliere d’opposizione Vincenzo Di Maio a sollevare dubbi su questo modus operandi che potrebbe impedire agli assessori di operare con la giusta tranquillità per portare a conclusione i progetti iniziati. Secca la risposta di Del Deo che ricorda come i fuoriusciti che cedono il testimone ai nuovi subentrati non saranno esclusi dai vari progetti che questa seconda sindacatura Del Deo porterà avanti, ma anzi, saranno parte integrante della squadra. Perplessità sollevate anche dalla maggioranza: il consigliere Gianni Mattera di Fare Forio ricorda, al momento unico rappresentante in civico consesso della lista che ha portato 660 voti nel paniere della maggioranza, di vedersi ridurre il peso della volontà dei cittadini che hanno dato fiducia alla sua lista. “Sono stato capolista di una lista che ha portato un tornaconto corposo – specifica Mattera – e in questo momento non trovo nessun rappresentante in giunta, chiedo la giusta visibilità al mio gruppo”. Pronta la risposta di Del Deo che ricorda come lo spirito di squadra sia il primo obiettivo del suo mandato.

Approvazione del bilancio consolidato

Di natura contabile invece il secondo punto in discussione, relativo all’approvazione del bilancio consolidato dell’esercizio 2018, e la presa d’atto delle risultanze dei bilanci d’esercizio dello stesso anno delle società partecipate dal Comune. Tra i finanziamenti sono stati elencati i 90 mila euro per la ristrutturazione della sala consiliare da effettuare a partire dall’8 novembre. Il completamento del cimitero di Forio per un mutuo che richiederà l’impegno di spesa di una cifra che supera di poco 700mila euro. Previsti poi lavori per la messa in sicurezza della scuola elementare di Panza L. D’Abundo e per la Balsofiore grazie ai fondi del sisma, finanziamenti su cui il comune di Forio è chiamato a pagare l’iva su cifre che sommate ruotano attorno ai 4 milioni di euro. C’è poi da completare lo spogliatoio di Panza con 267 mila euro per cui si attende la stipula con la città metropolitana per la gara di appalto. 8 i milioni di euro per la messa in sicurezza del lato imperatore del porto di Forio, un altro lavoro in fase di gara di appalto. Di recente approvazione, che è possibile leggere sul bollettino 59 della Regione, il finanziamento per la sostituzione delle condotte sottomarine, progetto che realizzerà l’Evi.

Marina Raggio Verde, Stani Verde: “Al porto c’è qualcosa che non va”

Ma è sul porto che si infiammano gli animi. “Al porto c’è uno spreco di denaro pubblico. Nel porto di Forio o entrano 100 barche o 1000 barche non cambia nulla, il risultato economico è portato sempre a zero nonostante non aumentino il numero dei dipendenti – tuona Stani Verde – perchè continui a fare regali sindaco? perchè continui a regalare soldi” chiede retoricamente Stani Verde rivolgendosi a Del Deo, proponendo al contempo una commissione di inchiesta. “Perchè il guadagno è sempre lo stesso nonostante l’aumento delle barche ormeggiate?“ Per quanto ci riguarda qualsiasi euro che passa nelle mani dell’amministrazione ci siamo fatti scrupolo per sette anni non abbiamo toccato le tasse che riguardavano le tasche dei cittadini, andate a guardare i bilanci invece di fare questi discorsi sovranisti. Mentre noi parliamo di investimenti di milioni di euro ci fate le pulci sulle inezie. L’opposizione dice una marea di fesserie, anzi di stronzate, prima di arrivare in consiglio gli atti sono studiati, non siamo in terza media”. Ricorda Davide Castagliuolo.

Gli altri punti all’ordine del giorno

Terzo punto all’ordine del giorno l’ampliamento e riqualificazione del cimitero comunale di Forio sito in via degli Agrumi. Spazio poi per il riconoscimento di un debito fuori bilancio costituito da una sentenza del giudice di pace di Ischia. Il consiglio poi affronterà due punti proposti dall’opposizione. Innanzitutto la rettifica della delibera consiliare n. 32 del 31 luglio 2019, su proposta del consigliere Jessica Lavista, con allegato esposto consegnato, e poi, su proposta dei consiglieri D’Abundo, Vincenzo Di Maio, Lavista e Verde, l’interrogazione in ordine all’episodio verificatosi lo scorso 10 settembre 2019 sull’arenile portuale di Forio, consistente nella presenza di centinaia pesci, diversi roditori e un’anatra rinvenuti inspiegabilmente morti, un episodio che ebbe notevole eco mediatica, anche al di fuori dell’isola.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close