CRONACAPRIMO PIANO

Forio, la movida e l’ordinanza violata

All’ombra del Torrione nottetempo è assalto a baretti e ristoranti, ma l’obbligo di indossare la mascherina anche all’esterno dei locali viene puntualmente disattesa

Come da previsione, è un estate diversa rispetto alle altre, dobbiamo aspettare il nostro turno per entrare nei negozi, rispettare il distanziamento indicato, le norme di sicurezza, lavarsi le mani frequentemente ma allo stesso tempo rispetto ai pronostici è andata meglio di quanto ci aspettavamo. Ischia sta reggendo bene con l’apertura della maggior parte delle strutture alberghiere, negozi,ristoranti, musei il turismo isolano ha iniziato ad incalzare. Il problema di fondo è la movida notturna, i ragazzi creano assembramento nelle aree interessate non rispettando il distanziamento, ma la colpa è solo dei ragazzi?

Il giovedì, in particolar modo, i giovani da tradizione si dirigono sul lungomare di Forio per passare una serata diversa ascoltando la musica e sorseggiando qualche drink, il sindaco di Forio, Francesco Del Deo, ha agito lodevolmente firmando un ordinanza che impone l’obbligo di indossare la mascherina anche quando si è all’aperto, durante il weekend, dalle 18 alle 4, “all’esterno degli esercizi della cosiddetta movida”. L’obiettivo – spiega il sindaco di Forio – è quello di garantire un livello di sicurezza sempre maggiore ai residenti e ai turisti presenti sul territorio, soprattutto nelle aree e negli orari a rischio assembramenti. Nessun altro dei sei comuni dell’isola d’Ischia ha sin qui manifestato l’intenzione di adottare ordinanze analoghe.

“Sono giovane ho voglia di divertirmi come è giusto che sia, dopo aver studiato, fatto esami e lavorato, però voglio farlo nel rispetto delle regole e soprattutto sentirmi tutelata.” Afferma una ragazza che abbiamo incrociato al giovedì foriano e ancora la ragazza continua:“ non ho paura per me, ma per la mia famiglia potrei essere asintomatica e infettare loro che sono più deboli”. Ma poi prevale la spensieratezza e la voglia di stare insieme e le buone intenzioni passano in secondo piano. Ed ancora una volta l’ordinanza c’è ma viene violata dalla stragrande maggioranza dei tantissimi giovani presenti sul lungomare foriano. Il problema è a monte le regole ci sono ma non vengono rispettate, la trasgressione è di moda come la capacità di scivolarci sopra. Forse occorrerebbero più controlli sul territorio e forse sarebbe meglio anche elevare delle sanzioni per chi non adotta il comportamento richiesto. E ancora una volta i nostri amministratori dici ancora forse dovrebbero prendere delle decisioni in comune soprattutto per tutelare i giovani.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button