ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Forio, pappagallo “omaggia” De Crescenzo e si concede un giro in centro

FORIO – Chissà da quanto tempo stava volando tra le strade di Forio, volteggiando tra una torre e l’altra scombussolato da una libertà inattesa. Lo diceva anche il poeta di “Così parlò Bellavista” il celebre e mitico film di De Crescenzo: “A libertà, a libertà, pure u pappavall’ l’adda pruvà!”. E così è stato. Ieri mattina, un gruppo di cittadini foriani ha trovato,  spaesato e anche un po’ spaventato, un bellissimo esemplare di Ararauna, probabilmente il più rappresentativo dei pappagalli, tanto iconico da essere rappresentato in cartoni animati e film quasi sempre con le tipiche forme e colori dell’esemplare ritrovato. . Grande quasi un metro, dai colori sgargianti che sfumano dal giallo al blè, non è di certo passato inosservato quando ha volteggiato  con fare circospetto tra i cittadini. Stanco e probabilmente affamato si è poi andato a rifugiare in un giardino alle spalle della chiesa di San Francesco. I foriani, incuriositi dalla presenza hanno chiamato un concittadino che di pappagalli se ne intende, visto che è solito allevarli, ovvero Dino D’Abundo. Giunto sul posto con scatola e buona volontà è riuscito senza difficoltà a togliere dalla scatola il maestoso volatile. Con un giro di telefonate si è riusciti a scovare velocemente il proprietario riportando a casa il pappagallo, dopo una breve ma intensa avventura di libertà.

 

 

 

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close