ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Forio, riecco il consiglio comunale: sul tavolo il bilancio consolidato

Come riferito qualche giorno fa, torna oggi a Forio il consiglio comunale. L’appuntamento è per questo pomeriggio alle 18 presso la sala delle adunanze sita al primo piano del vecchio palazzo municipale. Se la seduta in programma oggi dovesse saltare, i membri dell’assise si riuniranno mercoledì alla stessa ora. Come da prassi consolidata, l’elenco dei punti all’ordine del giorno è decisamente folto. Scorrendo l’avviso di convocazione redatto dal presidente del consiglio comunale Michele Regine, si contano ben sessanta argomenti. Ma la storia dei civici consessi foriani ci insegna che molto probabilmente saranno discussi e approvati soltanto pochissimi punti, e questo perché buona parte dei membri dell’assise foriana, invece di discutere dei problemi del paese, pensano a far baccano.

Al di là di queste valutazioni, il consiglio comunale di Forio è chiamato ad approvare il bilancio consolidato dell’esercizio 2016, oltre alle risultanze dei bilanci dello stesso periodo degli organismi partecipati del Comune. Si procederà, inoltre, alla ricognizione delle partecipazioni possedute, alla ratifica della variazione al bilancio di previsione 2017 e alla sostituzione dei componenti della commissione elettorale. Spazio poi al riconoscimento della consueta sfilza di debiti fuori bilancio e agli argomenti proposti dalle minoranze. Tra questi spunta la questione – posta sul tavolo dal consigliere Vito Iacono – dell’incendio che ha colpito l’area pedemontana. Sempre il leader de “Il Volo” chiede poi la costituzione della commissione speciale in materia di gestione del servizio di nettezza urbana.

Inoltre, i consiglieri di minoranza Domenico Savio, Stani Verde, Vito Iacono, Nicola Nicolella e Maria Conti chiedono al primo cittadino «di relazionare in merito allo stato dei plessi scolastici in ordine al rispetto delle norme di sicurezza, con particolare riferimento allo stato di attuazione degli interventi programmati». L’opposizione intende anche discutere un atto di indirizzo alla giunta affinché venga revocata la delibera riguardante il progetto definitivo per  i lavori di adeguamento di un’area di parcheggio da destinarsi ad area di sosta per i mezzi della nettezza urbana e centro di raccolte dei rifiuti solidi urbani. Allo studio anche un indirizzo politico per evitare l’affidamento di incarichi, servizi, appalti o consulenze a chi si trova in uno stato di contenzioso col Comune. La minoranza, infine, chiede la costituzione di una commissione consiliare d’inchiesta  per le società partecipate, per la gestione dei rifiuti, e per la gestione del porto di Forio e la Colombaia.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close