Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Da Forio a Serrara, è di nuovo tempo di Consiglio comunale

FORIO. I Comuni di Forio e Serrara Fontana salutano l’arrivo della primavera convocando i propri civici consessi. Coincidenza vuole che entrambi i consigli comunali siano stati fissati in prima convocazione per il prossimo 26 marzo. A Forio l’assemblea è stata convocata in via ordinaria per le ore 17.00, con la consueta infinita lista di punti all’ordine del giorno. Oltre all’approvazione di una serie di debiti fuori bilancio, dovrà essere discussa e approvata la proposta relativa al bilancio di previsione 2018, quel pluriennale 2018-2020, oltre alla nota integrativa e al Documento unico di programmazione. Sarà oggetto di discussione anche la revoca della delibera consiliare dello scorso primo marzo, nella parte in cui si propone di eliminare il contenzioso tra la società Torre Saracena e il Comune. Un altro punto in agenda riguarda la possibile dichiarazione di pubblico interesse dell’area situata a Zaro, meta del culto della Madonna. Inoltre, sono stati inseriti tutti gli argomenti proposti dall’opposizione consiliare con apposita richiesta protocollata lo scorso 27 febbraio con cui si chiedeva la nuova convocazione del Consiglio. Eccoli in dettaglio:  approvazione del regolamento e la nomina dei componenti della Commissione Consiliare Permanente di controllo e garanzia; istituzione del tavolo politico-tecnico relativo alla definizione dei criteri per la individuazione dell’area di trasferenza e gestione della raccolta differenziata e quello per il monitoraggio dello stato di attuazione delle procedure per la realizzazione dell’impianto di depurazione; istituzione del servizio di scuola bus; necessità di lavori da effettuare con urgenza presso le scuole comunali; la situazione di degrado in cui versa Cava dell’Isola; lo stato di abbandono sociale in cui continuano a versare i Quartieri baraccali del 1883, con particolare riferimento a quelli dei Zerbi e De Pretis; il problema del traffico e dello smog che soffoca piazza Santissima Immacolata e l’intero Quartiere di Monterone; l’urgenza di dotare il pontile “Italia ‘90” di un impianto di illuminazione e di aree di accoglienza e la realizzazione delle necessarie pensiline alle fermate degli autobus. Questi i punti principali, e non sono certo pochi, dell’elenco di argomenti che il consiglio dovrà affrontare, in un ordine del giorno che arriva fino a ottanta punti in totale ma che, come sempre, non potranno mai essere integralmente affrontati.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex