ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Frana sulla litoranea, la visita di Cacciapuoti a Casamicciola

CASAMICCIOLA TERME. Dimostrando un notevole senso delle istituzioni e rappresentando al meglio il suo ruolo, ha voluto verificare di persona cosa fosse successo. E lo ha fatto con una minuziosità disarmante, in fondo prima ancora che un politico è anche se non soprattutto un tecnico. Nella mattinata di ieri è sbarcato a Casamicciola Raffaele Cacciapuoti, consigliere della Città Metropolitana con delega alle Strade. Il consigliere ha voluto personalmente incontrare i rocciatori, i tecnici e anche gli operai, fermandosi a lungo ad osservare le conseguenze del crollo avvenuto sulla Litoranea qualche tempo fa e che solo per un miracolo non ha provocato danni a persone.

La visita di Cacciapuoti si è poi estesa all’altro versante, nel senso che lo stesso si è recato anche presso le abitazioni tuttora sporgenti nei pressi della frana, osservando anche una serie di posizionamenti di griglie e tubature, proprio per rendersi conto di quale potessero essere state le concause di un simile crollo. Sì, concause, perché l’esponente della ex Provincia ha comunque lasciato intendere di essere certo che il terremoto del 21 agosto dello scorso anno ha inciso e non poco su una serie di eventi verificatisi negli ultimi tempi. Raffaele Cacciapuoti in precedenza aveva osservato altre zone della cittadina termale che versano in condizioni preoccupanti, come ad esempio il famoso muro ubicato all’altezza delle Tre Croci, prendendo nota di tutto. I soldi ci sono, bisogna mettere mano alle progettualità perché a Casamicciola – ormai è chiaro a tutti – c’è una fragilità che preoccupa non poco. Nelle prossime edizioni del nostro giornale una lunga ed ampia intervista al consigliere metropolitano.

Gaetano Ferrandino

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close