ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Francesco Del Deo: «A Forio il numero di stranieri è in calo»

 

Il sindaco di Forio allarga lo sguardo  agli anni immediatamente precedenti l’inizio del suo mandato a primo cittadino nel commentare i motivi della relativa densità di residenti stranieri nel comune del Torrione: «Guardando alle cifre Istat non dobbiamo dimenticare che fino a qualche anno fa, cioè dal 2010 al 2013, a Forio la percentuale di stranieri sul territorio era pari addirittura al 16%. Una media altissima, pari a quella di alcune zone della terraferma, come Baia Domizia. Oggi a Forio la percentuale è scesa a sotto l’11%, quindi si parla di un drastico calo, pari quasi a un terzo del totale di allora. Storicamente, la prima comunità straniera a essere presente in numero rilevante è stata quella dei senegalesi, da quasi tre decenni, peraltro perfettamente integrati. Successivamente sono arrivati numerosi gruppi balcanici, come albanesi, rumeni, che ancora oggi costituiscono il gruppo più numerosi, e macedoni. Molti di essi, tuttavia, in anni recenti hanno fatto ritorno nei paesi d’origine, mentre più di recente c’è stato un flusso di stranieri provenienti dall’America Latina,come i domenicani, che in moltissimi casi progressivamente hanno attratto altri componenti della propria famiglia, contribuendo a creare comunità numericamente ampie. Sicuramente la tendenza che ha portato il maggior numero di stranieri a stabilirsi a Forio è stata aiutata anche dalla vastità del territorio comunale e dall’ingente patrimonio edilizio presente. La convenienza economica sui prezzi di fitto ha agevolato il consolidarsi di concentrazioni “etniche” rispetto ad altre zone dell’isola.  Va comunque sottolineato, come dicevo all’inizio, che negli ultimi anni c’è stato un drastico calo del totale della popolazione straniera, probabilmente imputabile anche al maggior numero di controlli da parte delle forze dell’ordine e in particolare dalla polizia municipale, che ha monitorato le affittanze reprimendo numerosi casi d’illegalità».

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close