Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

“Fuoco” di Castagna contro Grimaldi e Borrelli

CASAMICCIOLA TERME. La pazienza del sindaco ha raggiunto il limite massimo. È poi si è esaurita, al punto da chiedere e ottenere lo svolgimento di una teleconferenza, che ha avuto luogo ieri pomeriggio, a cui hanno partecipato anche il collega Giacomo Pascale, primo cittadino di Lacco Ameno, una rappresentanza del Comune di Forio, e soprattutto il commissario all’emergenza Giuseppe Grimaldi, con la sua collaboratrice , avvocato Maria Affinita, e il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli. La conferenza si è protratta a lungo, tanto da durare dalle tre del pomeriggio fino alle cinque. Giovan Battista Castagna ha preteso e ottenuto il summit mettendo sul tavolo richieste ben precise: il sindaco di Casamicciola vuole che due persone dello staff del Commissario Grimaldi e altrettante in servizio presso la Protezione civile vengano assegnate a lavorare presso la sede comunale dei Capricho a stretto contatto con i tecnici comunali su tutte le problematiche connesse con la fase d’emergenza tuttora in atto. Chi era presente durante la teleconferenza assicura di aver visto raramente il primo cittadino così spazientito: a quanto pare, il sindaco si è completamente stufato del continuo rimpallo di richieste provenienti dai collaboratori di Borrelli e Grimaldi, e per mettere fine al continuo stillicidio di lungaggini burocratiche ha preteso con inusitata veemenza, invero atipica per un esponente democristiano, di potersi avvalere di componenti della struttura commissariale e della Protezione civile in maniera tale da recidere alla base la possibilità di incomprensioni reciproche. Tali incomprensioni si sono materializzate quasi per ogni aspetto dell’emergenza, dal ristoro per  gli alberghi deputati ad ospitare gli sfollati dopo il terremoto,  fino ai contributi di autonoma sistemazione, ma anche per gli interventi sulle somme urgenze. Con tutte le operazioni ancora da compiere, il sindaco ha deciso che la misura era ormai colma e ha fatto sapere di non avere alcuna intenzione di continuare con questa schermaglia che rallenta l’azione amministrativa in un paese in cui i cittadini hanno necessità di risposte in tempi brevi, se non brevissimi. A quanto si è appreso, sembra che la richiesta di Castagna verrà esaudita. In tal modo, il personale dello staff di Grimaldi e Borrelli potrà rendersi conto sul posto delle esigenze e delle modalità con cui dovranno essere impostati i provvedimenti e la documentazione, senza attendere dalla terraferma il lavoro dei tecnici comunali, per poi di fatto impantanare il procedimento con successive richieste di modifiche o integrazioni burocratiche. Sul fronte-scuola, intanto, è in dirittura d’arrivo la consegna dei plessi De Gasperi e Le Zagare alla dirigenza della scuola Ibsen, che potrà prenderne possesso e decidere tempi e modalità del rientro degli alunni.

Francesco Ferrandino

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x