ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Furia De Girolamo su De Siano, ma Forza Italia difende il senatore

Il fuoco covava sotto la cenere. Come un vulcano pronto a esplodere. Che è puntualmente esploso. Il luogo del boato è stato gli studi dell’emittente televisiva “La 7”, la protagonista è stata Nunzia De Girolamo, deputata di origine sannita. Che a un certo punto ha imbracciato il mitra e lo ha puntato contro il senatore lacchese e coordinatore regionale di Forza Italia Domenico De Siano, che probabilmente non ha mai ricevuto addosso tanto “fuoco nemico” anche se come vedremo ha parato i colpi alla grande. Il motivo del contendere è presto detto. Davanti alle telecamere la De Girolamo mostra la foto della lista originale in cui fa vedere che era capolista. Poi spiega che a seguito di una telefonata fatta per sapere quale fosse la posizione in lista di Domenico Zinzi nessuno, ma proprio nessuno – e quindi nemmeno la diretta interessata – avrebbe scoperto l’inghippo: che cioè non era prima in lista ma seconda. E nel corso della trasmissione “L’aria che tira”, sul banco degli imputati finisce proprio De Siano. “Non è degno di rappresentare la Campania, deve essere rimosso: non è possibile che la politica non dia il buon esempio”. E mostra di non avere dubbi sulle sue colpe ma anche su quella di Mara Carfagna nei cui confronti spara parimenti a zero: “Si trovava nella sede di Forza Italia quando il mio nome, nottetempo, è scivolato in seconda posizione. Saperla protagonista di una cosa del genere, lei che si è sempre battuta per le cosiddette pari opportunità, è qualcosa di francamente discutibile: mi auguro che voglia chiarire la sua posizione”.

Nunzia De Girolamo, incurante di quello che sarebbe poi accaduto nel corso della giornata, ha rincarato la dose parlando di “storia molto strana” che a suo dire “non rispetta le indicazioni del presidente Silvio Berlusconi”. E nello specifico racconta: “Il Cavaliere, insieme a Niccolò Ghedini, mi aveva chiamato assicurandomi sul fatto che sarei stata prima. Sono sincera, conosco i modi di fare ed agire di alcuni personaggi che operano nel partito in Campania ed anche memore di quanto successo a Cosentino cinque anni fa mi sono preoccupata non poco. Ho chiamato il responsabile del partito Gregorio Fontana a cui ho chiesto di guardare coi propri occhi che fossi prima e che ci fosse nel collegio di Benevento un coordinatore a me legato. Mi viene detto che non ci sono problemi ma io ritelefono il giorno dopo per sincerarmi ulteriormente e a quel punto sento la voce di Fontana tremolante e preoccupata. Dopo un po’ mi ricontatta suggerendomi di correre nella sede del partito perché non sono più prima ma seconda. Una vicenda davvero surreale”.

Ma attenzione, perché chi pensava a un Domenico De Siano messo in croce o prossimo al processo aveva capito ben poco della piega che avrebbe preso la giornata. Perché nel pomeriggio arriva una nota chiarificatrice del movimento azzurro che non lascia assolutamente spazio a discussioni di sorta e nella quale si legge quanto segue: “Forza Italia ha depositato le liste delle candidature alle prossime elezioni politiche, realizzando, su proposta del presidente Berlusconi, un profondo rinnovamento interno con l’ingresso di figure provenienti dal mondo delle professioni, dell’imprenditoria e della società civile. Su 436 candidati di Forza Italia, il movimento ha rinnovato l’85% dei candidati alla Camera dei deputati, e l’83% dei candidati al Senato della Repubblica”. “Tutte le liste di Forza Italia -prosegue il comunicato – sono state decise dal tavolo nazionale, condivise all’unanimità e come tali depositate dai delegati nella loro versione approvata. Per quanto attiene alle polemiche sortite in alcune regioni e in particolare in Campania, Forza Italia ribadisce che il tavolo nazionale ha deciso in tutti i casi la composizione delle liste e ogni retroscena è destituito di fondamento”. “Forza Italia -conclude la nota- ringrazia tutti coloro che a livello nazionale e regionale hanno contribuito alla complessa opera di selezione delle candidature e in particolare i coordinatori per l’efficace e condiviso operato. Nelle prossime ore sul sito ufficiale di Forza Italia saranno disponili gli elenchi delle liste di tutti i candidati dei collegi uninominali e proporzionali”.

E se non bastasse questo, il nostro Mimmo incassa un altro punto a suo favore da una successiva nota chiarificatrice del partito azzurro, stavolta più telegrafica ma forse decisamente più chiara ed esplicita:  “Come già ampiamente ribadito tutte le scelte delle candidature sono frutto delle decisioni del tavolo nazionale di Forza Italia. Le continue e reiterate critiche nei confronti del senatore Domenico De Siano, coordinatore regionale della Campania, sono del tutto infondate. Il senatore De Siano ha ottemperato con attenzione e correttezza a quanto richiesto da Forza Italia che non può che rinnovargli fiducia e stima”. Parole che al senatore lacchese saranno suonate dolci come il miele.

Gaetano Ferrandino

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close