Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Furti in chiesa e a scuola, sfilano i testimoni

Riprende stamani, dinanzi la prima sezione collegio C del Tribunale di Napoli, il processo per furto aggravato e per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti, sull’asse Spagna-Napoli-Ischia. Tra i vari imputati  Pietro Pesce e Pasqualina Siconolfi, accusati tra l’altro di aver commesso alcuni furti nella parrocchia di Sant’Antonio da Padova e nell’istituto scolastico Ibsen di Casamicciola. Il perito incaricato dal Tribunale a procedere alla trascrizione delle intercettazioni telefoniche, che doveva essere ascoltato nella scorsa udienza, aveva chiesto e ottenuto una proroga di novanta giorni per il deposito delle trascrizioni stesse. Nella stessa seduta doveva essere ascoltato anche un teste, Argentieri, ma il Tribunale decise il rinvio all’udienza di oggi. L’accusa ipotizza che gli imputati avessero organizzato i furti per ricavare denaro da destinare all’associazione che gestiva il traffico di droga ad Ischia, a seguito della perdita di un’ingente partita di stupefacente in viaggio da Napoli per l’isola curata da Ruben Barbato con il concorso della Siconolfi. A quest’ultima, infatti, vengono contestati anche due episodi di trasporto di hashish da Napoli, di cui uno, appunto, non andato a buon fine per la presenza degli agenti di polizia giudiziaria sul porto di Pozzuoli. Il traffico di stupefacenti si estendeva fino alla penisola iberica, tramite le illecite attività di due distinte associazioni a delinquere dedite appunto al traffico di tali sostanze: la prima riconducibile alla famiglia Nettuno di Marano,  già oggetto di indagini poi confluite in vari procedimenti penali, alcuni dei quali conclusisi con sentenze di condanna. La seconda associazione era composta dai vari Ruben Barbato, Giuseppe Formigli, Vincenzo Raiano, Valeria Molea e Pietro Pesce: gruppo attivo soprattutto sull’isola d’Ischia e con base operativa al quartiere del Vomero a Napoli.

LE INDAGINI. Il processo si basa su un’attività investigativa a largo raggio, concretatasi in numerose intercettazioni telefoniche e ambientali, e suffragata da osservazioni e pedinamenti culminati nel sequestro di ingenti quantità di sostanze stupefacenti. Attività che avevano permesso agli inquirenti di ricostruire un quadro che, secondo la pubblica accusa, prova l’esistenza e le illecite attività di due distinte associazioni a delinquere dedite appunto al traffico di tali sostanze: la prima riconducibile alla famiglia Nettuno di Marano,  già oggetto di indagini poi confluite in vari procedimenti penali, alcuni dei quali conclusisi con sentenze di condanna. La seconda associazione era composta dai vari Ruben Barbato, Giuseppe Formigli, Vincenzo Raiano, Valeria Molea e Pietro Pesce: gruppo attivo soprattutto sull’isola d’Ischia e con base operativa al quartiere del Vomero a Napoli.

I FURTI A ISCHIA. Tre anni fa, nel settembre 2014, dalle intercettazioni emerse la necessità di Ruben Barbato di procurarsi denaro da destinare ai propri fornitori, in seguito alla perdita del carico di sostanza stupefacente affidata a Pasqualina Siconolfi. Quest’ultima tuttavia, come emerso da altre conversazioni, non si sarebbe affatto disfatta degli stupefacenti, ma se ne sarebbe appropriata. I furti in questione furono compiuti a Casamicciola Terme: uno ai danni della chiesa di Sant’Antonio da Padova il 19 settembre 2014 e l’altro ai danni della scuola statale Ibsen tre giorni dopo. Nel primo caso vennero sottratte stampanti, attrezzature per personal computer, un pc di marca Hp e alcune tastiere elettroniche. Nel secondo colpo messo a segno, presso l’edificio scolastico fu trafugato un televisore di 32 pollici, alcune attrezzature e materiale di cancelleria. Subito dopo il furto, Barbato e Migliaccio cercarono di vendere alcuni degli oggetti rubati, ma una perquisizione dei Carabinieri di Casamicciola presso l’abitazione di Pasqualina Siconolfi, alla presenza di Salvatore Barbieri, permise di rinvenire gran parte della refurtiva.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex