CRONACAPRIMO PIANO

Furto di Natale da Picasso, si stringe il cerchio sul ladro mascherato

Prosegue l’indagine dei carabinieri della Stazione di Ischia che, nonostante il caso si presenti decisamente complesso, non disperano di assicurare il responsabile alla giustizia

È ancora tutto avvolto nel mistero. E tante, troppe cose non quadrano. Ci riferiamo al furto verificatosi nella notte tra il 23 e il 24 dicembre a Ischia, nella centralissima Piazzetta San Girolamo, quando un ignoto ha preso di mira il negozio di parrucchiere “Picasso” accedendo dallo stesso e portando via un bottino tutt’altro che irrisorio. E qui iniziamo con una serie di considerazioni stridenti tra loro. Il ladro, non c’è dubbio, ha dimostrato un minimo di dimestichezza: sapendo di essere ripreso dalle videocamere (e nella zona della Piazzetta ce ne sono davvero tante, diventa difficile passare inosservati a meno che non ci si cali dal cielo…) si è recato sul “luogo del delitto” completamente travisato, anche col capo coperto.

Insomma, impossibile riconoscerlo in viso, anche dalle immagini che sono state acquisite dai carabinieri della Stazione di Ischia – coordinati dal luogotenente Michele Cimmino – si nota soltanto una sagoma e nulla più. Insomma, le precauzioni del caso sotto questo aspetto sono state prese. Ma a fronte di tale atteggiamento, stride in maniera opposta la zona e l’attività commerciale scelta per mettere a segno il “colpo” natalizio. La Piazzetta è una zona abbastanza trafficata e dunque il ladro si è assunto un bel rischio, soprattutto laddove si consideri che il furto è stato messo a segno – lo si evince sempre dall’orario delle telcamere – poco dopo l’una di notte, un’ora certamente tarda ma in cui c’è ancora gente che circola per la strada. E poi, prendere di mira un parrucchiere è un qualcosa che lascia altrettanto esterrefatti, dal momento che certo non si tratta di uno sportello bancario o un ufficio postale. Insomma, certamente il nostro non poteva pensare di festeggiare Natale e Capodanno con quello che avrebbe arraffato nel negozio di Picasso. E non a caso, secondo quanto trapela, il bottino oscillerebbe tra i duecento e i trecento euro, e presumibilmente trattandosi di mance nemmeno lo staff di Picasso riesce a quantificarlo con precisione scientifica.

Le impronte ma anche la visione di diverse videocamere di sorveglianza potrebbero aiutare gli inquirenti a ricostruire il percorso del “Mister X”, che potrebbe essersi coperto il viso soltanto una volta giunto nei pressi di Piazzetta San Girolamo. Desta ancora perplessità il fatto che sia stata presa di mira un’attività nella quale era oggettivamente impensabile di portar via un bottino consistente

Vista così, quella dei militari dell’Arma per assicurare alla giustizia il responsabile sembrerebbe essere una missione impossibile ma invece dalla caserma di via Casciaro – dove in ogni caso come da prassi le bocche restano cucite – filtra un cauto ottimismo. In primo luogo il “Mister X” ha lasciato le proprie impronte e questo potrebbe consentire la propria individuazione nel caso in cui si tratti di un soggetto già schedato e dunque conosciuto alle forze dell’ordine. L’impressione è che il lavoro degli uomini guidati dal cap. Angelo Pio Mitrione potrebbe anche consistere nell’acquisizione di diversi filmati, anche con l’intento di ricostruire il percorso di colui che ha messo a segno il furto: il quale, evidentemente, potrebbe anche aver deciso di coprirsi il volto soltanto una volta giunto nei pressi della Piazzetta. Insomma, l’impressione è quella che in un modo o nell’altro il cerchio possa chiudersi. Nel frattempo, già nella mattinata del 24 dicembre, attraverso un post pubblicato sul profilo aziendale facebook, lo staff di Picasso Hair and Beauty aveva commentato l’accaduto dimostrando di prenderla con estrema filosofia: “Picasso Hair&Beauty è stata oggetto, la notte scorsa, di un furto con scasso all’interno del salone della Barberia di via Ferrante d’Avalos 5. Della questione se ne sono immediatamente occupati i Carabinieri della stazione di Ischia, coordinati dal luogotenente Michele Cimmino – mettendo sul campo tutte le forze possibili. La proprietà e tutti i suoi collaboratori sono profondamente colpiti da questo triste evento. Ringraziamo tutte le persone che si sono preoccupate dell’accaduto e ci hanno contattato per sincerarsi della situazione. La nostra attenzione è al momento rivolta ai nostri clienti e alle loro esigenze. I saloni resteranno aperti proprio per questo e nessun appuntamento sarà rinviato. Stasera festeggeremo comunque. Le priorità nella vita sono altre “. Di certo acciuffare il colpevole resta una priorità per le forze dell’ordine. Vedremo se i buoni propositi andranno a buon fine.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex