ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

G7, Il sindaco di Ischia scrive ai cittadini e dà il benvenuto ai Ministri

Cari concittadini,

quella di oggi è una data storica per la nostra comunità e per l’intera isola. Per la prima volta i Ministri dell’Interno di sette fra le più importanti Nazioni del mondo, approderanno sulla nostra isola. I rappresentanti dei Governi di Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Regno Unito e Stati Uniti d’America discuteranno di prevenzione, dell’uso terroristico di Internet e di collaborazione nella lotta ai cosiddetti “foreign fighters”, e lo faranno sullo sfondo incomparabile del Castello Aragonese, simbolo di Ischia. Ḕ un’occasione importante per tutta l’isola, le cui immagini faranno il giro del mondo, una vetrina internazionale assolutamente positiva a due mesi da quel terribile 21 agosto che ci ha scossi e di cui ancora facciamo la conta dei danni. Siamo in costante contatto con tutte le Forze dell’Ordine preposte; la Prefettura e la Questura ci hanno assicurato che, con il loro operato, garantiranno la sicurezza di noi cittadini, dei nostri ospiti e di tutte le strutture presenti sul territorio. Già da tempo abbiamo iniziato a lavorare per adottare tutte le misure possibili per la migliore riuscita dell’evento pensando, in primo luogo, alla sicurezza di noi cittadini; da qui la chiusura delle scuole e la rimodulazione del traffico veicolare, presso alcune strade del centro, al fine di evitare ogni disagio possibile. Sarà solo grazie alla collaborazione di tutti se Ischia apparirà al mondo nella sua veste più vera: quella di un’isola votata all’accoglienza di tutti, un’isola capace di ospitare anche eventi di politica internazionale e di farlo con garbo, rispetto delle Istituzioni e amore per la propria terra. Ai sette Ministri e alle loro delegazioni, il nostro benvenuto qui a Ischia, sperando che questa breve permanenza di lavoro rappresenti una ulteriore occasione per far conoscere a loro e al mondo tutte le meraviglie della nostra isola.

Il sindaco di Ischia

Enzo Ferrandino

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close