Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Gaetano Colella: «Mennella, svegliati e prendi iniziative»

FORIO – La presa di posizione delle associazioni isolane in merito alla questione dei camion delle Pietre Rosse e di Cava dell’isola non ha suscitato l’approvazione di tutti. Tra questi è possibile annoverare l’ex sindaco di Forio Gaetano Colella, che ha colto l’occasione per punzecchiare la Federalberghi e il suo presidente Ermando Mennella. «Sentite, sentite, sentite» – esordisce Colella – «la Federalberghi di Ischia è risuscitata. Ha inviato un serio ed accorato invito ai suoi associati, a protestare per far rimuovere i siti di trasferenza rifiuti di Forio da Pietre Rosse e dal parcheggio di Cava dell’isola. Però stiamo sempre in attesa che prenda una posizione coraggiosa (essendo un vero e proprio sindacato di categoria e quindi dovrebbe tutelare gli interessi di tutti e non solo di alcuni) sui prezzi bassissimi pubblicizzati e praticati dai mega albergatori isolani con le loro strutture di 4 e 5 stelle che stanno dando cosi un colpo mortale a tutto il commercio isolano e a tutte gli alberghi di tre stelle, pensioni e piccole strutture che fino a qualche anno fa hanno rappresentato la spina dorsale della nostra economia turistica. E non mi si risponda che i prezzi possono essere determinati autonomamente dalle singole attività alberghiere senza che nessuno possa interferire».

«Per razionalizzare il settore alberghiero – sostiene Gaetano Colella – basta interessare i sindaci (quindi la politica), che devono farsi carico di convocare e presiedere un incontro in uno dei sei Comuni, tra associazione albergatori locale e rappresentanti di albergatori di ogni categoria e sottoscrivere una convenzione fissando i prezzi stabiliti tra un minimo e un massimo differenti per le diverse stelle. Se qualche albergatore, una volta sottoscritta la convenzione, non si attiene agli impegni presi, allora i sindaci hanno tutti i mezzi disponibili, da mettere in atto per far rispettare quanto concordato. È semplicissimo, ci vuole solo la volontà a fare ciò, che però a me sembra non ci sia. Ma credo che sia giunto il momento – conclude Colella – di dire basta, basta, basta a questa politica che sta portando alla svendita della nostra isola e ripeto, al fallimento di tantissime piccole attività alberghiere e al fallimento di tantissime attività commerciali operanti sullo scoglio. Mennella, svegliati! Su, un po’ di coraggio. Ti faremo poi un statua d’oro. Prendi iniziative».

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button