Statistiche
ARCHIVIO 4

“Gialli a Ischia” la seconda edizione del festival tra gastronomia e crime story

di Isabella Puca

Serrara Fontana – Si è svolta con successo la seconda edizione di “Gialli a Ischia” un festival che unisce laboratori di gastronomia e del pensiero; per tre giorni le delizie della buona cucina mediterranea hanno fatto da proscenio ai racconti gialli, ai suoi autori e protagonisti. Tutto questo nella nostra isola che, per un fine settimana, è diventata set letterario di appassionanti crime story. Tra i protagonisti ischitani ad aver preso parte all’evento, oltre i ragazzi dell’istituto Telese impegnati ciascuno nei loro settori e gli alunni della scuola media Scotti, anche lo scrittore noir foriano Andrea Esposito. «I ragazzi della scuola media Scotti – ha raccontato soddisfatta Michela Gecele organizzatrice del festival – hanno partecipato attivamente al pre-festival e al festival, preparando cartelloni, giochi e componimenti ispirati al tema del giallo. Le opere dei ragazzi sono state, fra l’altro, utilizzate per creare l’ambientazione della cena con delitto. Voglio complimentarmi con loro soprattutto per la creatività che hanno messo nella lettura e nell’ interpretazione dei romanzi presenti al festival e delle ambientazione dei gialli. In questo modo hanno confermato e ampliato il filo conduttore di “Gialli a Ischia”, quello del voler essere un laboratorio del pensiero». L’idea di base è che il genere “giallo”, soprattutto quello contemporaneo, sia il prodotto di contaminazioni provenienti da discipline, saperi e visioni del mondo diverse e che sia, a sua volta, uno strumento di formazione cognitiva, percettiva, emotiva e relazionale. «A proposito di discipline diverse,- ha continuato la Gecele – non a caso gli autori presenti al festival provengono da percorsi formativi e lavorativi diversi: dal mondo dell’economia e della politica per Nicola Oddati, all’ingegneria per Carmine Montuori, al giornalismo per Piera Carlomagno, alla comunicazione per Andrea Esposito. Fino a tornare a Grazia Corte, avvocato, e a Michela Gecele, promotrice del festival, psichiatra e psicoterapeuta». E sempre a cura dei ragazzi è stata la presentazione dei due libri “Il paese nasconde” di Andrea Esposito e “Intrigo a Ischia” di Piera Carlomagno. «Gli studenti degli indirizzi di grafica e ricevimento del Telese, che avevano letto due dei gialli presenti al festival, hanno creato degli originali allestimenti ispirati ai libri letti; i loro colleghi, nonché futuri chef, hanno invece partecipato alla dimostrazione gastronomica. Uno dei fili conduttori del festival “Gialli a Ischia” è infatti la riconosciuta importanza che il cibo ha in molti gialli, classici e contemporanei, come elemento narrativo e come elemento vitale e concreto, che controbilancia crimini e delitti, rendendo più umani gli investigatori (sia quelli  più intuitivi sia quelli armati soprattutto di ferrea logica)». Grazie ai laboratori gastronomici i partecipanti al festival, sia autori che lettori, sono riusciti a entrare nell’universo del giallo attraverso il cibo, «l’attenzione al cibo, sempre presente nel corso del festival, grazie agli chef del Romantica, – ha detto ancora la Gaecele – è culminata, lunedì mattina, nella dimostrazione dello chef ospite Gian Marco Carli, che ha cucinato un crumble di noci e mandorle accompagnato da un morbido composto di ricotta e pere e degli originalissimi e buonissimi canederli al salmone in un brodo di provola. Il dolce era tratto dal giallo di Michela Gecele, “Le strade del gioco”, della serie “Ada, torte e delitti”, e i canederli liberamente ispirati al libro di Grazia Corte, “Vanda Piffer e la beauty farm fatale”, della serie “Crimini e massaggi”».  A chiudere quest’entusiasmante seconda edizione una cena con delitto: la trama non poteva che essere ambientata sull’isola, in un parodiato “Hotel Romanticissima” dove i presenti hanno gustato il cibo, giocato, cercando incastri fra eventi e personaggi, dando ampio spazio al divertimento. Appuntamento alla terza edizione!

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x