CULTURA & SOCIETA'

Gianni Sasso diventa un fumetto e guarda al futuro utopistico

L’opera in sette tavole pubblicata su Repubblica natta le vicenda di un campione paralimpico in un mondo dove le disabilità non sono bene accette

“Oltre ogni limite” fumetto in sette tavole pubblicato su repubblica.it, una storia a colori ambientata in un futuro distopico, che narra le vicende di un campione paraolimpico in un mondo dove le disabilità non sono ben accette. La storia di Gianni Sasso si fa fumetto, il ragazzo nato a Ischia e divenuto campione sportivo dopo un incidente che lo ha privato di una gamba,interrompendo la sua promettente carriera calcistica ma che non per questo si è arreso e anzi ha continuato a lottare fino a primeggiare di nuovo, è stata tradotto in immagini e ora si può leggere e può essere di esempio per tutti sul sito di repubblica. Ecco la scheda degli autori:

Mariastella Granata nasce il 23 luglio del 1987 in provincia di Napoli. Da sempre appassionata di fumetti, dopo il diploma ha proseguito gli studi presso una scuola di fumetti dove si specializza in colorazione digitale. In passato ha lavorato per Studio Arancia, per il Golfo di Ischia e Artsteady

Luigi Barricelli diplomato al liceo artistico di S.Maria Capua Vetere Luca Giordano. Frequenta l’Accademia di bella Arti di Napoli, indirizzo pittura. Negli anni lavora nei campi più disparati dell’arte, dalla scenografia alla scultura delle ceramiche di Capodimonte. Da sempre appassionato di fumetti, nel 2013 decide di iscriversi alla “Scuola Italiana di Comix” dove nel 2016 completa gli studi sul fumetto. A Febbraio 2016 disegna un racconto di cronaca sportiva pubblicato su Napoli Repubblica.

dav

Di seguito con la Scuola Italiana di Comix disegna un racconto intitolato “La Grande Anima” edito da Marotta & Cafiero inserito in un libro a fumetti dal titolo “Dieci storie di Nonviolenza più una”. Nel 2017 dopo aver vinto un concorso sugli “Anni di piombo” con la storia “Bologna 10:25”, espone le tavole al PAN alla mostra “77 Anno cannibale”. Ha disegnato per Douglas edizioni tra il 2018 e 2019 una storia chiamata “Il Papa Sanguinario”. Per Repubblica disegna “Oltre il limite”, una storia breve sulla figura del campione delle paraolimpiadi Giovanni Sasso. Ha collaborato con la Scuola Italiana di Comix disegnando “Arrivano i Checkpoint”, un fumetto di sensibilizzazione sul melanoma ideato dal Dott. Paolo Ascierto.

Sceneggiatore Marco Ferrandino

Marco Ferrandino classe ’76 è autore e sceneggiatore di fumetti, vive a Ischia (NA). Ha realizzato fumetti per agenzie di pubblicità, pro-loco, magazine nazionali, quotidiani locali e per il catalogo Kids della casa di moda “Anthony Morato” distribuito a livello europeo. Ha realizzato sceneggiature di graphicjournalism per il magazine ecologista “Terra” e per Repubblica.it.

Ha ideato “RED” una campagna a fumetti a favore delle donazioni di sangue e le “Avventure di Neo vol. 1, 2 e 3” il primo fumetto dark a fini divulgativi contro il melanoma per la fondazione dell’ospedale A. Pascale di Napoli. È lo sceneggiatore di “ELUANA: 6232 GIORNI” il graphicnovel ispirato al “caso Englaro” ed edito da 001 Edizioni. Ha collaborato con la Wombat ed., la Cagliostro ed., Nuvole di Ardesia ed. e la Douglas edizioni. È autore dei testi de “E continuavano ad aspettare Godot– il fumetto”, ispirato all’adattamento della celebre opera di Beckett “Aspettando Godot” da parte della compagnia Ugualos produzioni, che ha edito il fumetto con l’intento di destinarlo alle scuole per avvicinare i più giovani al mondo del teatro e del fumetto. Attivo nel mondo della scuola (scuole primarie, secondarie e università) nell’organizzazione e conduzione di laboratori e seminari sull’arte sequenziale.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close