PRIMA PAGINA

Gino Di Meglio alza bandiera bianca, si sgretola il fronte anti Enzo

L’avvocato era il candidato a sindaco designato di un gruppo che, dopo l’ennesimo riunione, ha deciso di non scendere in campo alle prossime amministrative. Oggi in un comunicato stampa il professionista spiegherà i motivi che lo hanno indotto a non gettarsi nella mischia

E’ l’epilogo più triste della marcia di avvicinamento alle elezioni amministrative in programma a Ischia il prossimo 12 giugno, la morte clinica della politica, una pagina nera che magari passerà inosservata agli occhi dell’elettorato e della cittadinanza ma che è un qualcosa di inimmaginabile, un po’ come i finali dei film del Dario Argento prima maniera. Ieri sera, presso il circolo di via delle Ginestre di Ischia, doveva andare in scena l’ultimo atto del fronte anti Enzo, chiamato a riunirsi per valutare se partecipare o meno alla competizione con una propria lista. Ma la decisione è già presa, il candidato a sindaco Gino Di Meglio non sarà della partita. Il noto e stimato professionista ha rimandato alla giornata di oggi la diffusione di un comunicato stampa che inizialmente aveva pensato di indirizzare ai media nella serata di ieri. Una nota scarna, nella quale annuncia che lo stesso e il gruppo di amici che aveva dato vita a questo progetto che si poneva il fine di creare un’alternativa a Enzo Ferrandino hanno deciso di alzare bandiera bianca. Di Meglio motiva anche la decisione presa, dettata dal fatto che l’obiettivo era quello di mettere su due liste per piazzare almeno due consiglieri comunali all’interno della civica assise. A conti fatti, a stento se ne sarebbe chiusa una, e la presenza di un solo esponente non sarebbe servita praticamente a nulla e non avrebbe creato alcun problema ad Enzo Ferrandino ed alla sua “armata”. Insomma, a conti fatti passa la linea dell’avvocato ed antiquario Luigi Boccanfuso, che da sempre era stato un propugnatore della teoria secondo la quale sarebbe stato inopportuno partecipare alla sfida elettorale senza avere alcuna chance di creare grattacapi a sindaco ed amministrazione uscente. L’ex vicesindaco d’Ischia è sempre stato un fautore dell’idea che una maggioranza ultra bulgara avrebbe avuto più problemi a gestire le proprie faide interne senza confrontarsi con altre forze politiche.

Tra i motivi della “frenata” il non essere riusciti a comporre almeno due liste, in grado di assicurare altrettanti consiglieri. E intanto spunta la voce di paese: la candidatura pilotata direttamente dal palazzo municipale di via Iasolino.

Nel frattempo però le ultime ore prima della fatidica data (sabato 14 maggio, ore 12, termine ultimo per la presentazione di simboli e liste) scorrono in maniera frenetica ed in modo davvero surreale. Mentre ad esempio Luciano Venia continua a lanciare i suoi suggestivi proclami sui social network (l’ultimo in ordine di tempo è davvero stratosferico e recita testualmente “Vi dimostrerò la tempra dei guerrieri del Sol Levante”, che letta così appare un messaggio tutt’altro che distensivo), nella giornata di ieri è spuntata un’altra candidatura e qui le voci di paese si rincorrono a un ritmo a dir poco frenetico. Una lista con un candidato a sindaco ci sarà e ad ispirarla sarebbe stata la stessa maggioranza e in particolare il sindaco Enzo Ferrandino che sarebbe l’ispiratore di questa manovra. “Inciuci” ai quali ci rifiutiamo assolutamente di credere perché vorrebbe dire davvero essere arrivati alla frutta, anzi addirittura all’ammazzacaffè. Eppure, come diceva il tale, in un’indagine quando hai eliminato l’impossibile quello che resta – per quanto improbabile – deve essere la verità.

A Barano si gioca d’anticipo, oggi presenteranno la lista sia Dionigi Gaudioso che Maria Grazia Di Scala

Nel frattempo una comunità dove non si vivrà un sabato ad alta tensione è sicuramente quella di Barano dove a meno di clamorosi stravolgimenti i giochi si chiuderanno già oggi. A sfidare il sindaco uscente Dionigi Gaudioso sarà – come da pronostico – l’avvocato Maria Grazia Di Scala. Insomma, si riproporrà tra due schieramenti il solito duello di sempre che da anni contrappone due distinti gruppi nel Comune collinare e che fin qui ha sempre visto vincere lo schieramento gaudiosiano. Entrambe le liste saranno presentate questa mattina presso gli uffici di Piedimonte e poi si aprirà una nuova campagna elettorale. Che di certo, ma non ci vuole molto, sarà più accesa e ricca di spunti rispetto a quella ischitana, che promette di essere di una monotonia infinita.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex