ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Giornata contro i disturbi alimentari, Ischia si colora di lilla

Di Isabella Puca

Ischia – Per la prima volta quest’anno, tutta l’isola si colora di lilla. Un gesto semplice, ma significativo che dimostra la sensibilità con la quale gli ischitani si rivolgono al difficile, e quanto mai delicato, tema dei disturbi alimentari. Domani, 15 marzo, qui a Ischia così come in tutta Italia si potrà prendere parte a ben due eventi per conoscere, informarsi e dialogare su quei disturbi alimentari, come anoressia o bulimia, purtroppo molto presenti nella nostra isola. Nell’ultimo anno Ischia sembra essersi destata da un sonno; complice forse la brutta perdita di Artemisia Massa, scomparsa proprio a causa dell’anoressia lo scorso agosto, ci si è resi conto che il problema c’è anche se in molti ancora lo nascondono nelle loro case. Da qui la nascita di ben due Associazioni ciascuna con il suo scopo e le sue storie. Paolo Massa, papà di Artemisia e uomo dell’anno 2015 per il nostro quotidiano, ha dato vita all’ associazione “Artemisia, una voce per l’anoressia” e, insieme al direttivo composto da sua moglie Anna, Lina Starace e da Cinzia De Muro, donne forti che si trovano a convivere con questa malattia, ha dato appuntamento alla cittadinanza per le 17:30 di domani pomeriggio al teatro Polifunzionale quando prenderà vita l’evento “Mettiamo il fiocco allo sport”. Mentre Paolo incontrerà quanti tra gli adulti, sensibili al problema, vorranno ascoltare la storia di Artemisia e dell’anoressia che ha colpito una famiglia serena, in contemporanea, i più giovani potranno dedicarsi allo sport. Due gli appuntamenti, uno con il basket alla Palestra Sogliuzzo, dalle 17:00 alle 19:00, e l’altro, allo stesso orario, ma alla palestra del polifunzionale con il volley. Subito dopo, è la volta dell’evento organizzato dall’Associazione Accoglienza il Girasole. Presentata alla stampa alla fine dello scorso anno, l’associazione di volontariato si pone l’obiettivo di proporsi come punto di riferimento per chi soffre di queste problematiche, un centro di ascolto non solo per i soggetti ammalati di disturbi alimentari, ma anche per i loro familiari che spesso non sanno come comportarsi. A partire dalle 18:00, alla Biblioteca Antoniana, ci sarà la presentazione dei Laboratori proposti dall’Associazione; quello incentrato sullo sport a cura di Emmanuel Scotto D’ Abusco e Marialaura Vuoso, il laboratorio di fotografia a cura di Simone De Sanctis, quello di fumetto con Catello Buono e un laboratorio tutto dedicato al gusto che sarà curato dall’agronoma Silvia D’Ambra. L’idea di Agnese Sasso, presidentessa dell’Associazione, è quella di un aperitivo in Biblioteca, un momento per stare insieme e discutere sulla problematica. Anche le scuole sembrano essersi sensibilizzate al tema e fanno sapere dalla Scuola Media Scotti di Ischia che gli alunni, il personale docente e non docente e la dirigente, indosseranno qualcosa colorato di lilla in ricordo di quanti sono stati strappati via dalla vita a causa di un disturbo alimentare. L’invito è esteso a tutte le scuole dell’isola, affinché sin da adolescenti ci si sensibilizzi riguardo a un problema le cui vittime, purtroppo, pur essendo tante, non fanno rumore. Anche noi de “Il Golfo”, ci appunteremo i fiocchetti lilla sulle nostre giacche, un gesto semplice, ma che va dritto al significato dato a questa giornata. Quel fiocchetto e quel colore è, infatti, simbolo dell’impegno e della consapevolezza nei confronti di queste problematiche. Fu un papà ad appuntarlo per la prima volta sulla sua giacca, era il 15 marzo del 2012 ed era un modo per ricordare la sua Giulia che aveva perso quella brutta e difficile battaglia. Da allora, alla giovane Giulia, si sono aggiunte, purtroppo tante, troppe vite.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button