Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

I giovani talenti al centro della tre giorni di festa della Luca Brandi Onlus

dalla redazione

Ischia – Tre serate piene di talento, sorrisi e amicizia. E’ così che può riassumersi la tre giorni di festa dell’Associazione Luca Brandi Onlus che ha salutato l’anno appena trascorso mettendo in mostra i talenti dei ragazzi che hanno frequentato i 12 laboratori messi a loro disposizione. Teatro, canto, chitarra, fotografia, scrittura creativa, ma anche psicologia, latino, pittura, ceramica e fumetto, un modo per stare insieme oltre l’orario scolastico per poter esprimere liberamente le loro passioni. La grande festa è iniziata martedì sera con i piccoli del laboratorio di teatro curato da Salvatore Ronga che sono andati in scena sul palco del Polifunzionale con “Il teatrino delle Meraviglie” di Miguel Cervantes, tanti applausi per loro che hanno saputo portare tutti gli spettatori in un variopinto viaggio verso paesi lontani. Ha registrato un bel sold out invece lo spettacolo dei ragazzi che hanno preso parte al laboratorio di teatro dei giovani che, mercoledì sera sono andati in scena con “Amerika” di Kafka. Il loro entusiasmo, il loro destreggiarsi sul palco da veri professionisti e la bravura nella recitazione ha spinto tutto il pubblico presente in sala a una standing ovation finale meritatissima. Fiero il loro tutor Salvatore Ronga che, senza nascondere l’emozione, ha salutato alcuni ragazzi che l’anno prossimo inizieranno il percorso universitario dopo aver frequentato, alcuni per otto anni, il laboratorio di teatro. Per tutti loro una barchetta realizzata dai piccoli del laboratorio di ceramica curato da Nello DI Leva e Gaetano De Nigris. Sul palco anche i ragazzi del laboratorio di fumetto curato da Michele D’Ambra che hanno realizzato delle bellissime illustrazioni proiettate sul palco durante lo spettacolo e l’assessore Paolo Ferrandino che ha portato il saluto dell’amministrazione, «grazie a Silvano e a tutti voi. L’amministrazione è molto attenta a questi momenti di aggregazione e di crescita dei nostri giovani e ve ne siamo estremamente grati. Il sogno di Silvano è di avere altri spazi a disposizione e se l’amministrazione uscente sarà di nuovo in carica prendo impegno, anche a nome del futuro sindaco, che faremo di tutto affinché questi spazi saranno vostri». La festa è continuata giovedì sera in sede con tutti i laboratori e i 400 ragazzi che ne hanno preso parte ad animare la serata. Sin dalle 20:30 si sono alternati sul palco i ragazzi di canto e chitarra preparati da Salvatore Ferraiuolo e quelli di batteria con tutor Rore Saitto.  Nell’ingresso della sede la mostra dei ragazzi del laboratorio di pittura curato da Annamaria DI Meglio e quelli di fumetto con tutor Michele D’Ambra. All’interno un’esplosione di colori e di creatività con al centro le ceramiche realizzate dai ragazzi del laboratorio curato da Nello Di Leva e Gaetano De Nigris che hanno realizzato dei cavallucci marini dati in dono a tutti i tutor, in un angolo l’esposizione dei lavori dell’associazione “Isole d.Amore” e ancora il libro che raccoglie i racconti e le poesie dei ragazzi del laboratorio di scrittura creativa curato da Isabella Puca. Grande successo ha raccolto la mostra estemporanea realizzata dai ragazzi del laboratorio di fotografia curato da Enzo Rando. Un set fotografico e tantissime foto stampate al momento e affisse alle pareti dell’associazione per rendere così tutti protagonisti. A essere premiati anche il giovane Francesco D’Ambra che, da allievo è passato a presentatore e tutor insieme con Sasà Ferraiuolo, Maddalena Ferrandino tutor dei laboratori di inglese, la professoressa Tina Di Frenna che ha curato il laboratorio di latino e le dott.sse Raffaella Scotto e Lucia Buono tutor del laboratorio di psicologia. Sul palco anche il vicesindaco Enzo Ferrandino, «sono onorato di essere qui stasera, è la seconda volta che partecipo e ringrazio tutti gli amici dell’associazione Luca Brandi per i grandi sforzi che state profondendo stando vicino ai nostri ragazzi con grande impegno. Le amministrazioni devono essere vicine a realtà come queste che dal punto di vista sociale svolgono un ruolo davvero importante». Anche al vice sindaco  è stata rinnovata la richiesta per avere il piano superiore del Palazzo D’Ambra, «è un nostro sogno – ha detto dal palco Silvano Brandi – e siamo pronti a investire per valorizzare il posto e dare nuovi spazi ai nostri ragazzi e alle loro passioni».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex