ARCHIVIO 5ARCHIVIO 3POLITICA

Giunta revolution, Del Deo gioca la carta Donatella Migliaccio

A dieci giorni esatti dal Natale, nel palazzo municipale di via Giacomo Genovino si è verificata una nuova “rivoluzione”. Dopo Mario Savio e Gianna Galasso, ad entrare nella giunta presieduta dal sindaco Francesco Del Deo sarà Donatella Migliaccio, che quindi rinuncerà alla carica di consigliere comunale. Il suo posto, ovviamente, non rimarrà vacante: a subentrare nel civico consesso sarà infatti Salvatore Castaldi, che nel 2013 si candidò nella lista “Patto per Forio” raccogliendo 89 preferenze. La decisione, come previsto dalla legge, è stata assunta nella giornata di ieri dal primo cittadino, che ha firmato un apposito decreto sindacale. Il provvedimento si è reso necessario per riempire la casella rimasta vuota a causa della prematura scomparsa dell’architetto Mena Amalfitano, che era tra i membri più longevi e stimati della giunta municipale foriana. Di seguito vi riportiamo un ampio stralcio del decreto siglato da Francesco Del Deo.

«Visto l’art. 64 del D.Lgs. 267/2000 e in particolare considerato che il 2 comma del citato articolo prevede che qualora un consigliere comunale o provinciale assuma la carica di assessore nella rispettiva giunta, cessa dalla carica di consigliere comunale all’atto dell’accettazione della nomina, e al suo posto subentra il primo dei non eletti; […] dato atto del decesso dell’assessore comunale arch. Filomena Amalfitano; ritenuto necessario provvedere pertanto alla nomina di un nuovo assessore», il sindaco Francesco Del Deo ha decretato «di nominare, ai sensi di legge, assessore il consigliere comunale di Forio Donatella Migliaccio, nata a Saint-Germain-en-Laye – Francia il 17.10.1980 e residente a Forio […], dando atto che l’accettazione della carica di assessore comporterà l’automatica cessazione dalla carica di consigliere comunale ai sensi dell’art. 64, comma 2 del D.Lgs. 267/2000; di dare atto che della presente nomina, come richiesto dall’art. 46, comma 2 del D.Lgs. 267/2000, sarà data comunicazione al consiglio comunale nella prima seduta utile; di stabilire che il presente provvedimento avrà effetto dal momento dell’accettazione della nomina di assessore comunale e della contestuale dichiarazione di assenza di cause ostative alla medesima carica; di stabilire che con successivo provvedimento, previa accettazione e dichiarazione di assenza di cause ostative alla carica di assessore comunale, si provvederà all’attribuzione di specifiche deleghe assessoriali».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex