Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Giuseppe Calise: «Spero che gli autori di questo gesto si ravvedano»

FORIO – «Attraverso i social – ci dice Giuseppe – sono venuto a conoscenza dell’atto di vandalismo ai danni della statuetta di San Vito in località Piellero. Rimasto sbalordito da questa notizia, ho pensato quanto la gente si professi “cristiana” a voce e meno nei fatti, e quanto invece i non cristiani abbiano poco rispetto verso i simboli di altre religioni, tanto da doversi prendere gioco di esse, o semplicemente liberarsene. È vero che ormai a questo mondo non c’è più religione, ma pensate che io venga a casa vostra, non mi piaccia una particolare foto, vaso od oggetto al quale siete molto legati e per puro sfizio lo rompessi. Cosa pensereste? Come vi sentireste? Bene! Ecco cosa penso e provo. Sinceramente sono molto triste e arrabbiato allo stesso tempo, ma purtroppo posso solo sfogarmi perché situazioni analoghe capitano molto spesso. Spero solo che tali persone possano ravvedersi – afferma lo studente foriano – e capire che è inutile prendersela coi simboli di una religione se non si condivide o si prova quello “spirito interiore” che ti permette di credere. Se non credi e deturpi i simboli, puoi solo provocare dispiacere nel cuore dei credenti che riproducono la fisionomia dei santi per ricordarsi di loro e per affidarsi nei momenti difficili. Se vi credete eroi, fighi, ribelli, o chi più vi piace nel fare ciò, sappiate solo che per me state sbagliando. Essere “in” non è questo – conclude – ma voi la pensate diversamente ed è proprio questa mentalità, purtroppo, a distruggere tutto e non solo la religione».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x