Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

Giuseppe Del Sole:  «Ischia sei nel mio cuore, ma la Florida mi ha fatto svoltare»  

di Valentina Felici

Pochi ischitani sono riusciti a concretizzare i propri sogni in America; dall’isola e’ difficile staccarsi ed afferrare il coraggio di  preparare i bagagli per raggiungere qualche meta nel mondo alla ricerca di un lavoro giusto e chissà, magari come nei film arrivare al massimo soddisfacimento della vita: il successo! Giuseppe a 39 anni, ci è riuscito, ancora non si è fermato,anzi, vuole ampliare ancora di più la sua attività che in Florida ha spopolato con la tipica cucina Italiana aprendo un ristorante tradizionale chiamato: “Made in Italy”.

Giuseppe raccontaci l’esordio della tua esperienza…

«La mia storia ha inizio quando ero bambino, provengo da una famiglia numerosa, sono l’ottavo figlio, a nove anni terminata la scuola per le vacanze, nel periodo estivo lavoravo in un ristorante nella zona La Rita chiamato la taverna Janto’, in cui mi davo da fare apparecchiando, piano piano imparavo a servire ai tavoli e aiutavo mio zio in pizzeria, osservavo e incameravo. Nel periodo della mia infanzia nasce la mia forte passione per la cucina e la ristorazione. È partito tutto come un gioco e ancora oggi non riesco a credere di aver realizzato il mio sogno. All’età di 18 anni, terminato il militare, ho iniziato a viaggiare un po’ per l’Italia e un po’ per l’Europa e così spinto dalla curiosità e dalla voglia di affermarmi, ho deciso di raggiungere nel 98′ il mio amico Lino a Londra e dilettarmi come pizzaiolo nel ristorante Sciue’ Sciue’ per due anni circa e dopodiché ho iniziato a lavorare per il ristorante “Made in Italy” , tanto da rimanerci fino ad avvalorare la mia esperienza nella ristorazione per 4 anni. Sinceramente di Londra non ho mai amato il clima, essendo Ischitano ho sempre avuto la passione per il sole, il mare e difficilmente riuscivo ad abituarmi in un luogo in cui pioveva costantemente. A Londra ho conosciuto mia moglie e Alessandro con il quale ho condiviso la mia stanza e proprio con lui che attualmente è il mio socio,abbiamo deciso di trasferirci in America. Ho iniziato a lavorare nella località Sarasota in Florida, per un ristorante che mi ha proposto uno sponsor tanto da restarci per sette anni raccogliendo così i primi grandi frutti dei miei sacrifici e desideri»

Quando hai deciso di aprire un tuo ristorante?

Ads

«Quello che mi ha portato a realizzare il mio sogno è stata la grandissima passione e l’amore per la mia terra;i sapori, i colori e i profumi. In America ci sono molti ristoranti Italiani, ma purtroppo non si concentrano molto su una cucina autentica, proprio per questo volevo portare in Florida i nostri piatti veri, le nostre risorse Italiane. Ho scelto quindi una zona di Sarasota che secondo me aveva del potenziale commerciale chiamata Venice, per aprire la mia tanto ambita attività, e così insieme ad Alessandro che oltretutto aveva un’esperienza lavorativa non indifferente alle spalle,(lavorò in uno dei ristoranti famosi a Londra di Gordon Ramsay chef britannico di prestigio), siamo partiti da piccoli imprenditori di noi stessi, portando anche un concetto nuovo per gli Stati Uniti che è la pizza al metro e pasta fatta in casa di tutti i tipi. Grazie alla competenza in ambito bar del mio socio, ci siamo anche specializzati in cocktail, dedicandoci alla creazione originale dei drink a base di frutta fresca particolari, tanto da aprirci un altro locale dopo un anno, che ad oggi ci dà tante soddisfazioni».

Ads

Nella tua cucina in Florida hai portato qualche piatto importante di Ischia?

«Certamente, la nostra specialità è il coniglio all’ischitana accompagnato dalle verdure tipiche del sud, considerando però che i menù sono molto ampi tanto da soddisfare tutti i tipi di palati; dalla pizza,ai primi piatti e secondi a base di pesce e carne in tante versioni. La nostra è una cucina tradizionale, cerchiamo di rispettare la vera natura dei piatti tipici italiani, anche perché sono inconfondibili».

I prodotti sono importati direttamente dall’Italia?

«Si, ho numerosi fornitori altamente selezionati, che mi forniscono i prodotti tipici Italiani e anche isolani tra cui olii, prosciutti,farine etc. Tutta merce di prima qualità e certificata».

Per aggiornarti nel campo della ristorazione Italiana come fai? Hai qualche amico o parente che direttamente dall’isola ti informa costantemente?

«Io torno spesso in Italia e soprattutto ad Ischia in vacanza per abbracciare i miei familiari, quindi cerco di trarre ottimi spunti direttamente dai sapori di casa».

La tua famiglia Ischitana numerosa sarà soddisfatta del tuo successo negli Stati Uniti, qualcuno di loro ha seguito le tue orme?

«La mia bella famiglia è molto contenta e orgogliosa delle mie scelte che hanno portato dei risultati, sono stato l’unico di otto figli a partire per l’estero rincorrendo un sogno nato da bambino. Per questo siamo molto uniti e solidali l’uno con l’altro. L’unico che ha seguito le mie orme, perché anche lui come me ha una grande passione per la cucina è mio nipote Salvatore, il figlio di mia sorella Stella che più di una volta e’ venuto in Florida per aiutarmi in cucina portandomi una “ventata di casa mia”; un ragazzo molto intelligente e in gamba con tanta voglia di fare ed affermarsi in questo campo. A breve con sua moglie Emma e la figlia Isabella, mi raggiungeranno per concretizzare un nuovo progetto qui in America, un’altro ristorante che nascerà proprio con lui»

Torneresti a Ischia? Magari per aprire un altro ristorante o cocktail bar?

«Ischia è un’isola meravigliosa che amo molto, sono affascinato dalla tradizione e il calore che emana, per non parlare del cibo che mi ha sempre stupito; credo che l’isola sia ricca di potenziale, di risorse autentiche, ci sono molte idee, ma non so se attualmente lascerei l’America per tornare definitivamente. L’unica cosa che forse potrebbe spingermi in questa decisione è l’amore per la mia famiglia, ma per ora sto cercando di estendere la mia attività in questo luogo lontano, che mi ha portato tanta fortuna!».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x