LE OPINIONI

GIUSEPPINA DI GUIDA Dirigente scolastico Istituto “Mennella

«Il nostro orario di lavoro va ben oltre la campanella»

«Siamo indignati. Questo “Decreto Concretezza” andrebbe ribattezzato il decreto delle sciocchezze. Non è quantificabile in termini di ore il lavoro che svolgiamo quotidianamente. Siamo obbligati, in ogni momento, a prendere decisioni rapide, veloci che non possiamo delegare a nessun altro. Il nostro lavoro non si limita alle ore di scuola, va ben oltre l’orario scandito dalla campanella scolastica. Penso ad esempio alle numerose allerte meteo che hanno interessato il nostro territorio che ci hanno impegnato notte e giorno per prevenire eventuali rischi e per fronteggiare al meglio l’emergenza, un’azione che richiede nervi saldi, concentrazione e assoluta prontezza in ogni momento della giornata. Impensabile pensare che l’azione del dirigente scolastico si riduca alla presenza in Istituto. Un preside che si limitasse a restare nel proprio ufficio soltanto durante le ore di lezione sarebbe un pessimo dirigente. L’azione dirigenziale ha un raggio d’azione molto più ampio. Se poi questo Governo ritiene che i dirigenti debbano diventare a tutti gli effetti degli impiegati forse non ha ben chiare tutte le mansioni che caratterizzano questo lavoro. La funzione del dirigente scolastico non è stata messa ben a fuoco e invece di valorizzare un il lavoro che i presidi fanno nella scuola e soprattutto all’esterno di essa si tende a demolire e svalutare una figura fondamentale per la cittadinanza.  Pochi si rendono conto che quando il dirigente scolastico è a scuola, nelle ore in cui dovremmo lasciare le impronte all’ingresso e all’uscita, il dirigente si dedica alle relazioni con l’apparato amministrativo, con i docenti, le famiglie e i ragazzi. Impossibile soffermarsi sullo studio e la preparazione di atti che hanno una valenza giuridica enorme. Gran parte di tale lavoro va quindi effettuato tra le mura domestiche, a casa. Se ci limitassimo a lavorare soltanto durante le ore di scuola ci sarebbe il collasso totale delle attività. Un buon dirigente scolastico prepara l’azione per il giorno dopo e lo fa con grande attenzione e oculatezza anche all’interno delle mura domestiche».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button