Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Gli eredi della vecchia Riva Destra

Oggi la maggior parte dei locali alla moda, tra ristoranti, taverne e piano bar ( 25) in attività che da oltre 60 anni mantengono in vita la famosa Riva Destra del Porto d’Ischia, operano con nuova licenza di esercizio, nuovo intestatario e soprattutto nuova denominazione. Scomparso ormai da oltre un anno il nome “Da Gennaro” del mitico Gennaro Rumore, andato meritatamente in pensione, resistono, bisogna dirlo, alla grande, i “veterani”, o meglio gli storici la “Taverna Antonio”, il “Porticciullo” e “Emiddio”. I locali che nel corso degli ultimi anni fino ad oggi, hanno rimpiazzato i “vecchi” ossia quelli della prima ora, per continuare il lavoro operoso dei predecessori, sono:”Mode in Riv”, “Pane & vino”, “Bro”, “Alfaretto”, “Riva Destra”, “Portobello”, “Porto 51”, “La Bitta”,”jham Ja’”, “Il Cappuccino”, “”L’Altra Mezzanotte”, “Pescaderia Ischitana”, “Mofito”,”Drink’t Drank’t”, “I Ricci”, “Osteria del Porto”,” La Terrazza di Mimì”, ”un Attimo di Vino”,”La Baia del Clipper”. Ma la storia della vecchia Riva destra, quella dei suoi coraggiosi pionieri, rimane la pietra miliare, il fiore all’occhiello dell’avvio del turismo sul Porto d’Ischia, ove la musica, le canzoni antiche e correnti, l’arte della cucina e la creazione di famosi cocktail di esperti Barman animavano una location entusiasticamente frequentata di giorno, di sera e di notte dal bel mondo del turismo nazionale ed internazionale presente sull’isola. Molte sono le testimonianze, scritte e ad immagini, in vecchi filmati e fotografie che si possono scoprire sui Social (Facebook, Instagram e siti privati di Internet)) di quella passata gioventù ischitana, italiana e straniera che ha vissuto intensamente gli anni trascorsi della Riva Destra del Porto di Ischia. Solo ricordi di vita spensierata, attraverso i quali è possibile capire cosa è stata in realtà la Riva Destra o Rive Droite dai primi anni ’60 in poi per noi ischitani e per i turisti italiani e stranieri (in maggioranza tedeschi) che vivevano la lunga, bella stagione delle vacanze nella nostra isola alla luce del sano divertimento fra musiche e belle canzoni nostalgiche.

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Stefania Calise

Vi siete dimenticati del mitico rugantino oggi denominato rivadestra aperto il 29 giugno 1962 nato come ristorante da mimi’, successivamente cambiato nome in rugantino. Non tralasciate i vecchi miti!

Back to top button
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x