Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Gran finale per Arkeostoriae, la spiaggia dei pescatori diventa un’arena

Varie e interessanti proposte rivolte a un pubblico che si à dimostrato particolarmente partecipe a iniziative tematiche che hanno unito all’approfondimento specialistico, il divertimento culturale

DI GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO Fotoreporter

Gran finale nell’ultimo dei cinque giorno di inizio ottobre della interessante e seguita iniziativa culturale di Arkeostoriae Archeologia e Narrazione del Territorio, ideata ed organi8zzata dall’archeologa Alessandra Vuoso, dalla spiaggia dei Pescatori alla Mandra. alla Chiesetta di Sant’Anna a due passi dalla Torre di Michelangelo dove era in programma: presso la stessa spiaggia dei Pescatori di Ischia lo spettacolo “Gladiatores Pompeiorum” (produzione A.R.S. Antiquarum Rerum Scientia) in cui si è potuto vivere vivere una tipica giornata ai giochi, durante i quali lo spettatore ha vestito i panni di un antico cittadino chiamato a decidere E9 attivamente sulle sorti dello sconfitto.

Dimicando Docere il laboratorio ludico-di/tattico:con l’esposizione dell’armamento difensivo e offensivo dei combattenti antichi. E’ stato possibile provare in prima persona la tecnica di combattimento individuale e collettivo per una vera immersione nella storia! Il pomeriggio si è concluso con la Coena popularis – Archeoaperitivo alla romana a cura di BisBoccia Pub e Bistrot Ischia Ponte. Come abbiamo ampiamente scritto e quindi diffuso, dal 30 settembre al 4 ottobre si è avuta una serie di incontri, dibattiti, workshop, presentazione di libri e rappresentazioni teatrali che hanno mirano alla promozione turistico-culturale del nostro territorio. antica, archeologia e valorizzazione dei beni culturali: questi gli obiettivi delle interessanti iniziative culturali inserite nel vasto programma della rassegna Arkeostoriæ – archeologia e narrazioni ideato ed organizzato dall’archeologa Alessandra Vuoso, giunto quest’anno alla seconda edizione.

Filo conduttore della II edizione di Arkeostoriæ in programma la prima settimana di ottobre è stata l’esplorazione delle persistenze culturali del mondo antico, intese sia come forme resilienti che come temi particolarmente attivi nei processi di trasformazione storico-culturali. come la prima edizione, anche quella di quest’anno 2020 si è svolta a Ischia con il patrocinio scientifico e organizzativo del CEiC – Istituto di studi storici e antropologici / Ong Unesco. alla collaborazione e al partenariato con Università ed enti di ricerca pubblici e privati, Arkeostoriæ – archeologia e narrazioni, con il supporto della Scabec – Società campana per i beni culturali, della Regione Campania e del Comune di Ischia. Sono state approntate varie proposte rivolte a un pubblico che si à dimostrato particolarmente interessato a iniziative tematiche che hanno unito all’approfondimento specialistico, il divertimento culturale.

info@ischiamondoblog.com

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x