CULTURA & SOCIETA'

Grazie agli smartphone non esiste più divario tecnologico

Economici, veloci, intuibili: i cellulari hanno soppiantato il computer in ogni settore della nostra vita.

Digital divide e gap tecnologico. Avrete sentito parlare tantissime volte di questi due concetti, due argomenti che affollano le riviste e riempiono le colonne delle testate di settore. Si parla di internet, di mondo digitale, di tecnologia. Si parla del modo in cui accediamo a contenuti di diverso tipo, che siano informazioni, conti correnti, social network, account di giochi.

Negli ultimi dieci anni, infatti, abbiamo assistito ad un lento ma inesorabile sorpasso. I due contendenti sono due oggetti: il primo è il computer, il secondo è il cellulare. Macrosettori che al loro interno possono vantare una varietà infinita: Personal Computer, dispositivi fissi, tablet, smartphone. Cosa sta succedendo però negli ultimi tempi? Cosa vuol dire gap tecnologico? Ci si riferisce con questo termine al vuoto di persone che non avevano accesso al digitale. Il computer, infatti, è uno strumento più costoso, più grande, più difficile da usare. Il cellulare, invece, risulta più economico, più piccolo, più semplice e maneggevole. Sono questi gli ingredienti del sorpasso. Stando a quanto si legge sull’agenzia Prima Online, sono in media 42,5 milioni gli utenti giornalieri che si collegano alla rete, arrivando a un totale di 75 ore di navigazione mensile a persona. I siti più cercato sono ancora quelli di Google e di Youtube, ma ovviamente a fare la voce grossa sono i social network: Facebook può vantare 34,8 milioni di utenti unici, ed è il social più frequentato, seguito da Instagram e Linkedin.

Attraverso le app, veloci e funzionali, di questi social, il modo di navigare degli utenti è cambiato: provate a ragionare guardando le vostre vite, l’ultima volta che vi siete connessi, lo avete fatto da cellulare o da remoto? Internet e dispositivi mobili sono infatti diventati uno strumento di vitale importanza per la vita professionale e anche personale, quotidiana, dell’uomo.

Non tralasciando nulla della sfera della vita, passando da banche online fino ad arrivare al gioco. Il settore del gambling online infatti è stato al centro di una rivoluzione che, dalla metà degli anni ’90 fino ad oggi, ha visto una costante innovazione delle piattaforme che ospitano slot machine e casinò games. Si è passati infatti dalle versioni statiche dei primi casinò online a interfacce di ultima generazione, con tecnologie all’avanguardia: HD e 4K, streaming, machine Learning e intelligenza artificiale.

E il futuro è ancora tutto da scrivere, con i Big Data a farla da padroni.

Il 2019, per molti, è già passato alla storia come il loro anno, grazie alla capacità di racchiudere il DNA tecnologico di un utente. Imparando a leggerli si potrà capire tanto. Anche dove andrà il mondo internet tra qualche decina di anni.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close