CULTURA & SOCIETA'

Guerrieri della parola e del pensiero in libertà si scatenano su Facebook: consigliano, invitano alla preghiera, accusano, si confessano e poi…

Chi sono i più prolifici a esternare la propria opinione, ad usare parole di conforto ed anche di rabbia che spopolano in rete ? Citiamo tra i tanti, coloro che si sono fatti un… nome

Imperversano come furie, sono scatenate/i, danno consigli, dispensano fiducia, invitano a pregare sono legate allo slogan di circostanza “Andrà tutto Bene”, ostentano autodeterminazione, rimproverano, in parte accusano,si confessano e c’è anche chi le spara grosse contro chiunque, compresa la chiesa. Sono le guerriere/i di questo nostro tempo, di questa emergenza che ci sovrasta di questo momento difficile che va preso di petto per sconfiggere il male del secolo, il coronavirus, la seconda spagnola in cento anni di treguea con qualche dannoso intermezzo tipo l’asiatica. Sono scese tutte/i in “piazza”, la piazza vurtuale cha ha messo a loro disposizione in ogni ordine di posizione Facebook spesso abusando dello spazio occupato. Non sono pazze/i, non sono sprovvedute/i, sanno quello che dicono ed vogliono. Chio invece le spara grosse è subito messo ai margini, è ignorato e colleziona solo qualche dstaccata rispostina. Ma la maggioranza, ossia tutte/i quelle/i che si servono di facebook, tengono banco, attirando nelle rete amiche ed amici che vorrebero limitarsi a dire solo “Andrà tutto bene”. Invece no, si tuffano nel dibattito virtuale senza risparmiarsi condividendo e contestando a volte anche senza mezzi termini. Naturalmente l’argomento nel dibattito è il male che ci sta affiggendo, il Coronavirus che sta facendo davvero sul serio. Chi sono i più prolifici a esternare la propria opinione, ad usare parole di conforto ed anche di rabbia ? Sono tutte/i quelle/i che in quarantena volontaria che poi è diventata quasi d’obbligo, nel senso che non devono uscire di casa per non contagiarsi o contagiare, si trovano rintanati in casa a riscoprire lo stare insieme in famiglia a rivedere le vecchie abitudini, a dedicarsi a quelli che erano i lavori della nonna tipo cucito, ricamo, cestini di raffia, uncinetto, buona cucina, lettura e tanto televisione(le nonne un tempo ascoltavano la Radio) e recita del rosario per chi crede. Sono davvero tante le “guerriere” del pensiero e della parola in libertà che spopolano in rete . Non potendo citarle tutte/i, segnaliamo quelle/i, evidenziamo le più popolari, quelle che per così dire si sono fatte/i un “nome” di cui andremo a riportare oltre ciò che hanno scritto, anche il loro nome e cognome. Ecco le “guerriere” del pensiero e della parola in libertà sulla situazione tragica ma anche di saperanza che si sta vivendo:

MELANIA DI MEGLIO mamma serena, “orgogliosa” e…”in Grazia di Dio” : “Ciao a tutti, mi chiamo Melania e oggi è il settimo giorno che non vado al supermercato!””Ciao,Melania!!” Ancora_ “Voglio condividere con voi un gesto che da ieri mi fa compagnia con un sentimento di grande tenerezza. Un parroco della nostra isola, per onorare e festeggiare i papà della sua parrocchia, pur essendo completamente solo nel dire la messa, ha celebrato così. Voi non potete vederle bene, sono foto di tanti papà abbracciati ai propri figli- Grazie Don. È da ieri che penso al tuo gesto. E…credimi…in un momento come questo, un gesto del genere ha un potere immenso. Potere di donarti quella gioia….che desideri più di ogni altra cosa. Anche se non l’hai persa del tutto”.Ancora Melania “Vedo in giro gente che spaccia panetti….di lievito”

LUCIANO CASTALDI, il critico ecclesiale foriano: “Appena terminata l’emergenza, bisognerà pretendere il potenziamento del servizio di psichiatria sull’isola d’Ischia…C’è gente che, dopo aver adorato il dio mercato, il liberalcapitalismo, la forza del più forte e più ricco ( cioè i “valori” che hanno distrutto la nostra sanità) invece di chiudersi nel gabinetto, mettere la testa nel vaso igienico e tirare lo sciacquone… se la prende con la chiesa…”.

MARILENA CASTIGLIOLA, la giovane mamma del “canto libero”: Non è facile… non è facile… stiamo vivendo qualcosa di surreale.. una pagina di storia che i figli studieranno sui libri… abbiamo paura.. paura che non finirà presto tutto questo.. paura che a Ischia escano altri casi.. paura di non poter più fare nemmeno la spesa.. però io sto riscoprendo valori che avevo dimenticato… vivere dell’essenziale.. cos’è per me #lessenziale ? È la famiglia, i miei 3 figli che mi stanno mettendo più a dura prova loro che la 40ena, la riscoperta della preghiera con mio marito e i miei figli, del cucinare mettendo un ingrediente in più l’amore… eppure il sugo è sempre quello, la carbonara è sempre quella, la pasta e lenticchie è sempre quella.. ma è il modo di cucinarla e servirla a tavola che è cambiato.. perché farlo tutti i giorni di fretta con l’ansia che ” oiccann mo arrivan e piranha e i mandarini e me vott pe l’aria” era quasi come un obbligo… oggi è diventato piacevole farlo .. ieri abbiamo pranzato in terrazzo come ed è stato come andare al ristorante… come un picnic mantelle mura domestiche .. ed oggi amo di più la mia casa, il mio terrazzo, il mio pezzo di terra, perché mi da la possibilità di stare all’aria aperta e per me è una fortuna inestimabile”. Ancora Marilena”Sono dottori ed infermieri.. ma sono anche genitori.. lontani dai loro affetti combattono come fossero in trincea negli ospedali per ore … se loro si sacrificano così noi possiamo sacrifici a restare a casa?”.

MARIANNA SASSO l’assessora emerita: “17 giorno di quarantena…mi porto nel cuore la gara di amore della mia terra e il fatto che non mi perdo più tra i numeri e i bollettini vari perché la mia forza è’ la speranza…mi porto nel cuore il fatto che a mio modesto parere la quarantena,gli isolamenti forzati e chicchessia vengono gestiti male senza criterio e con superficialità di controlli..ma non possiamo dirlo altrimenti si offendono…non possiamo consigliarlo ai sindaci perché si offendono(per fortuna ci sta ancora qualche illuminato),non possiamo dirlo all’asl che si offendono,non possiamo dirlo agli altri operatori che si offendono…è’ ancora tempo di offendersi?Mi porto nel cuore la solidarietà e l’amore per tutti i contagiati..molti dei quali amici a cui auspichiamo una guarigione veloce…mi porto nel cuore anche una forte solidarietà per tutti i miei concittadini che vengono definiti inquisitori per la caccia agli untori…mentre credo che la stragrande maggioranza di loro è’ animata solo da forte spirito di protezione nei confronti delle proprie famiglie…e mi porto nel cuore i gruppi whatsapp specialmente delle mamme che disperate e con artigli affilati fanno un baffo ai migliori inviati di guerra perché riescono ad avere notizie certe e non tendenziose in tempo reale spesso anche giorni prima dei migliori giornalisti investigatori e bollettini ufficiali…e non lo fanno per spettegolare o per razzismo ma per senso di protezione!chapeau!!!!mi porto nel cuore il fatto che ci avete obbligato a restare a casa?l’80% di noi lo sta facendo…senza lavoro…con le nostre paure le nostre difficoltà…siamo chiusi dentro…vi abbiamo dimostrato che noi abbiamo i coglioni di rispettare le regole…ora tocca al 20% che sta lì fuori a lavorare per noi(il piu’ delle volte pagato) di prendere la situazione in mano…con coraggio (chi ha paura vada a casa)senza superficialità…con caparbietà…lo dovete ai ruoli che ricoprire e ai cittadini che rappresentate!mi porto nel cuore il fatto che oggi il mio post è’ meno sdolcinato del solito ma sicuramente non soffrirò mai di ulcera…buonanotte mondo”.

Ancora MARIANNA SASSO: “18 giorno di quarantena…mi porto nel cuore i miei cugini e mia zia a Los Angeles che stanno cominciando a vivere le nostre ansie di 20 giorni fa…mi porto nel cuore la strafottenza della gente che chiama per farsi aggiustare la Wi-Fi e solo dopo l’intervento dichiarano di essere in quarantena…spero che qualcuno tutelerà questi operatori così come i trasportatori o gli addetti ai supermercati…che forse sono più eroi di tanti altri perché non hanno il privilegio di restare a casa come noi..e spero anche che molti restano senza internet…mi porto nel cuore l’onomastico di mia madre e la rete nel cuore che ci circonda…mi porto nel cuore l’amore silenzioso verso gli altri,la capacità di riscoprirmi di acculturarmi di reinventarmi quando tutto questo sarà finito…perché finirà e forse vivremo più felici perché riscopriremo il valore prezioso delle cose più semplici”.

GIANNA NAPOLEONE la pasionaria: “Si ride e si scherza con post più o meno satirici, ma c’è tanta stanchezza, confusione. C’è in gioco tanto, molto, tutto. Non basta chiudersi in casa come cani spaventati, ci vuole anche un po’ di pace e di certezze se vogliamo vincerla sta guerra. I cazzi amari inizieranno tra qualche mese …Attività chiuse, scadenze da pagare, un’Italia in ginocchio, per non parlare di questo scoglio …E tutto questo per dar credito ad un coglione che imperterrito continuava a dire ” nessun allarmismo ” … gente svegliatevi siamo nella merda e continueremo ad affondare, finché continuiamo ad accettare di essere rappresentati da questi elementi …Non mi sono mai occupata di politica, ma giuro non ho mai visto tanta merda in una volta sola !!!Povera Italia”.

PIERANGELO PESCE, l’ amico di Dio: “Stanno nascendo molte polemiche riguardo un discorso che a me interess a molto poco , vorrei chiarire che secondo il sottoscritto la chiesa NON è DIO! La chiesa come istituzione non mi piace troppo politicizzata, troppo interesse, e io dal canto mio la peso cosi senza dover dare spiegazioni.Volete sapere cosa credo! io credo nel potere della natura creata da DIO, gli animali, il verde, l’acqua , le montagne, l’aria, tutte le cose che noi abbiamo distrutto, facendoci poi il segno della croce. credo nella non uccisione di animali per celebrazioni religiose, in questo periodo si sarebbero ammazzati migliaia di agnelli, per intenderci lattanti. Credo che ci sia una volontà netta di voler schiavizzare la mente umana, credo nel susseguirsi di eventi negative che ci hanno portato a questo, credo che la vita in tutte le sue forme sia sacra, sempre. Credo che non tutti gli uomini sano uguali, c’e’ chi nasce in posti tranquilli e c’e’ chi nasce già scappando da violenze carestie, povertà, malattie, e oggi forse ci siamo avvicinati un pò tutti alla vita degli animali da macello e dei meno fortunati, oggi non servono parole oggi servono fatti. la ragione impone di essere onesti con se stessi e con gli altri, abbiamo sbagliato tutto, e adesso preghiamo, anzi pregate, a me lasciatemi le mie convinzioni io prego tutti i giorni non mangiando carne da 25 anni, rispetto il Ceato e quindi rispetto DIO e allo stesso tempo lo prego. Quindi per me la chiesa può fare quello che vuole avrà fatto sempre poco rispetto a quanto prende e nei secoli dei secoli ha preso. Io credo cosi”;

JENNIFER MICHELE DANIEL ,”Non possiamo vederci… abbracciarci… prendere un caffè insieme.. sorridere o piangere.. ma possiamo fermarci un attimo e ascoltare la stessa canzone… domani mattina alle ore 10.00 apriamo i balconi, le finestre, e dai cellulari, dalle radio, dai Pc, dalle tv.. e ascoltiamo insieme la canzone “perfect” di ed sheeran… pensiamoci… piangiamo insieme.. preghiamo insieme… sorridiamo insieme.. speriamo insieme… la musica ferma il tempo.. va oltre le distanze… unisce i cuori… non siamo soli… vi aspettiamo domani mattina alle ore 10…perfect…”

CIRO CURCI “Restate a casa, e ci restiamo, un mese? due mesi? Sii okK ma poi??? Cosa ne sarà di noi? Cosa ne sarà di noi persone normali che vivono alla giornata oppure stagionali, di chi non ha un lavoro fisso??? Il momento è drammatico sicuramente per la situazione sanitaria, ma a mio modesto parere la situazione è ancora più drammatica dal punto di vista economico.Io non mi vergogno a dirlo perché non ho capitali da parte, i miei pochi spiccioli sono quasi finiti e credo di non essere l’ unico di vivere questa situazione. Credo che i sindaci della nostra isola debbano iniziare a pensare a questo e farsi portavoce verso le istituzioni della situazione drammatica che da qui a poco andremo a vivere,ma anche gli stessi giornalisti iniziassero a fare il loro lavoro verso questo senso non pensiamo solo a rispondere ai pettegolezzi di paese. Fare giornalismo significa pure portare avanti la voce del popolo”.

ALESSANDRO MAZZELLA, invito alla stsmpa: contro il maligno:“Oggi ho appreso che dopo le messe in streaming a dare un grande fastidio, sono anche e sopratutto le celebrazioni individuali a porte chiuse che ogni sacerdote celebra , ma in realtà è il sacrificio Eucaristico a dare fastidio, ed è questo il grande inganno, il maligno si sta prendendo gioco di tanti, ingannando e facendoli ribellare ad una semplice e innocqua S.Messa. La Santa Pasqua che il popolo di Dio si prepara a vivere in questo periodo terribile, farà uscire pazzi tanta gente non credente, il cristiano vero anche chiuso in casa sopportato dalla fede che viene alimentata attraverso la preghiera rende speciale ogni attimo di questa quaresima, a tanti mancheranno materialmente tante cose , ma non influirà, quando vivi la fede con Gesù e Maria nulla serve”.

NICOLETTA ROMOLO : “A Ischia stiamo notando in particolare in strada e nelle attività economiche primarie che i clienti non indossano protezione di mascherine e guanti, purtroppo il ministero della sanità, per motivi legati alla carenza delle mascherine ffp2/3 necessarie in primis ai sanitari, dice che basta mantenere la distanza di sicurezza la verità è che la distanza in ambienti come i supermercati è facilmente superabile : avventori che si avvicinano, banconisti che devono spostarsi e rifornire i banchi ecc. dovrebbero a mio parere indossarle) ma quando qualcuno non la porta e può avvicinarsi anche per un istante a persone senza rispettare le distanze minime allora di necessita di mascherine ffp2/n95/kn95 o ffp3/n99/kn99 Purtroppo sono misure che deve attuare la proprietà degli esercizi commerciali in particolare i supermercati. penso sempre che chi vuole può, poi non siamo tutti uguali o tutti riusciamo. A Ischia stiamo notando in particolare in strada e nelle attività economiche primarie che i clienti non indossano protezione di mascherine e guanti, purtroppo il ministero della sanità, per motivi legati alla carenza delle

antoniolubrano1941@gmail.com

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close