Statistiche
CRONACA

«Hanno perso la casa, ma non sono soli», tre ragazzi si mobilitano per la famiglia De Siano

Al via una raccolta di doni per Pasqua ed una raccolta fondi sulla piattaforma Gofundme

«Sono passato per caso in via Calosirto e dopo aver visto le ruspe in azione non ho dormito per un’intera notte». Così comincia il racconto di Michele, un ragazzo di Forio che assieme agli amici Davide e Leopoldo si sono mobilitati per stare accanto alla famiglia De Siano dopo l’abbattimento della propria casa. «Con alcuni amici – ci racconta Michele – stiamo provvedendo, in maniera volontaria e autonoma, ad una raccolta di doni da far reperire alla Famiglia De Siano entro venerdì/sabato. Qualsiasi cosa fatta con il cuore, beni vari, una pastiera, un tortano o anche una semplice frase scritta su di un foglio di carta per dare un appoggio morale a queste persone. Una famiglia di umili lavoratori che dopo tanti anni di sacrifici e in poche ore hanno visto la loro casa trasformata in polvere da una ruspa».

Così Michele ci racconta la prima parte dell’iniziativa. E ci tiene a chiarire che «la famiglia De Siano non ci ha chiesto nulla. È un’iniziativa fatta da persone private che con un piccolo gesto vogliono donare un sorriso per Pasqua a questa famiglia. Che sia una Pasqua di unione e comunione anche per loro». «Il nostro intento – continua il giovane di Forio – deve essere quello di stare accanto alla famiglia De Siano. Hanno perso la casa ma devono sentire lo stesso il calore familiare che noi come comunità possiamo donargli». Ed è proprio questo lo spirito dell’iniziativa che in poco tempo ha raccolto consensi ed approvazioni. E così dopo l’iniziativa della raccolta beni per la famiglia De Siano, «diverse persone – ci spiega ancora Michele – ci hanno contattato per devolvere soldi che possano aiutare la famiglia in questo brutto momento. Persone che hanno anche dovuto sostenere delle spese legali e per l’abbattimento. Umili lavoratori che già in passato hanno dovuto affrontare brutti accadimenti e che oggi, ancora una volta, dovranno rimboccarsi le maniche per andare avanti». Ed ancora: «In questo brutto momento di crisi generale, dove manca lavoro, la famiglia De Siano si trova ad affrontare una tragica e ingiusta situazione.

Il nostro intento è quello di dare un contributo per raccogliere fondi che possano donare un aiuto e un sorriso alla famiglia. L’intero importo sarà devoluto in maniera trasparente direttamente alla famiglia De Siano. Un modo per tutta la comunità di stringersi attorno a queste persone in questa settimana di Pasqua». La raccolta fondi è partita così come nella giornata di ieri aveva auspicato sulle colonne del nostro giornale il dottor Giuseppe Amalfitano. Il medico di Forio ha scritto una lettera al nostro direttore chiedendo «di organizzare una raccolta fondi in favore del proprietario della casetta abbattuta per dimostrargli, non compassione, ma comprensione e vicinanza e dargli la possibilità di comprare un’altra casetta, ancor più bella di quella che aveva, e vivere in santa pace con la sua famiglia dimenticando per sempre questa brutta pagina della sua vita».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x