Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

I bambini del Circolo Ischia 2 in gita (virtuale) ad Urbino

Il covid non ferma la scuola. l’istituto guidato dalla dirigente Pastrizia Rossetti ha condotto i piccoli alunni in un viaggio d’istruzione ai tempi della pandemia

Il Covid non ferma la scuola. Per le attività curriculari c’è la didattica a distanza, ma non solo. Il web aiuta insegnanti e bambini anche per le altre attività. È il caso successo al Circolo Didattico Ischia 2, guidato dalla dirigente scolastico Patrizia Rossetti, i cui bambini di quarta e quinta la scorsa settimana sono stati in gita ad Urbino. Al tempo di pandemia sembra impossibile organizzare un viaggio d’istruzione, eppure grazie al web è stato fatto. «E se andassimo in gita?» Questa domanda è stata posta prima ai genitori e poi agli alunni delle classi quarte e quinte del Circolo Didattico Ischia2, che si sono subito eccitati, ma poi hanno riflettuto e risposto: «Maestra, ma non si può, non si può frequentare scuola… figurati poi andare in gita».

Ed invece è successo, mercoledì 9 dicembre, tutti imbacuccati, con valigie e biglietti alla mano, sfidando il mare mosso, il vento e il Covid, bambini, docenti, genitori e Dirigente del Circolo Didattico Ischia 2 sono partiti per raggiungere Urbino. Grazie a CodyTrip 2020/21 che è stata organizzata da DIGIT srl, in collaborazione con l’Università di Urbino e con CodeMOOC net, con il patrocinio di Save the Children, Fondazione Mondo Digitale e Grey Panthers e con la partecipazione di Giunti Scuola e Media Direct. Che cosa è CodyTrip? È una vera gita, online. CodyTrip è a tutti gli effetti una gita scolastica, un viaggio d’istruzione, che si avvale di tecnologie digitali di uso comune per colmare le distanze fisiche, non sostituisce i viaggi tradizionali, ma ne costituisce un’efficace anticipazione, consentendo di conoscere e apprezzare online luoghi e territori da tornare a visitare per riconoscerli, viverli e trovarli familiari. 

Come una vera gita, i docenti l’hanno organizzata e vissuta, coinvolgendo la dirigente e i familiari degli alunni partecipanti, che sono stati chiamati ad agevolare la partecipazione online di bambine e bambini alle attività previste in orario extra scolastico, in base alla propria disponibilità, e hanno partecipato a loro volta cimentandosi nella preparazione di cresce sfogliate e passatelli, piatti tipici della tradizione urbinate. I bambini hanno trascorso due giorni insieme con altri 15mila compagni provenienti da tutte le regioni d’Italia, hanno visitato Urbino guidando attivamente, interagendo in diretta con i propri compagni di viaggio e con il prof. Alessandro Bogliolo, che ha guidato le attività, hanno visitato in esclusiva musei chiusi, capito come funziona la biblioteca universitaria cercando e digitalizzando libri antichissimi, visitato l’orto botanico, hanno conosciuto il sindaco della città, visitato la casa natale di Raffaello, fatto esperimenti di coding, hanno goduto dell’atmosfera pre-natalizia, cenato insieme mangiando cresce sfogliate e passatelli, trascorso la notte nell’hotel Raffaello e, proprio come una vera gita, partecipato al pigiama party e ascoltato la storia della buona notte. È stata un’avventura coinvolgente, un’esperienza formativa altamente inclusiva. Questo affascinante viaggio virtuale ha talmente entusiasmato tutti che ora non vedono l’ora di ripartire.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x