CRONACA

I NUMERI Per l’isola cinque milioni dalla tassa di soggiorno

Sono poco più di 5 i milioni di euro incassati nel 2018 dai sei Comuni dell’isola di Ischia relativamente alla tassa di soggiorno. La norma è chiara la tassa di soggiorno deve servire “a finanziare interventi in materia di turismo, manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali e ambientali locali e dei relativi servizi pubblici locali”. Per gli Enti locali, però, l’imposta rappresenta anche una “boccata d’ossigeno”. La maggior parte dei fondi viene investita in eventi turistici e promozionali. Ma c’è spazio anche per la vivibilità, arredo urbano, viabilità e tanto ancora. In pratica la tassa di soggiorno, nei Comuni dell’isola così come in tanti altri, finisce nel calderone del bilancio con una voce in particolare. Una parte, infatti, viene destinata a coprire i crediti di dubbia esigibilità che serve a salvaguardia degli equilibri di bilancio. In pratica serve a coprire i ‘buchi’ di bilancio.  stando a quanto denunciato da Mennella dei 5milioni incassati circa 4milioni e mezzo sarebbero sati versati da albergatori. 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker