CRONACA

I SINDACI «Contagi in aumento, ma per l’economia sarebbe una mazzata»

A Il Golfo Enzo Ferrandino e Rosario Caruso non negano la necessità di misure più restrittive ma si dicono preoccupati per lavoratori e imprese già reduci da un’estate “monca”

Non poteva non far rumore l’annunciato lockdown campano del governatore De Luca ed è chiaro che la cosa ha suscitato reazioni e commenti anche sull’isola. Non ha dubbi il sindaco d’Ischia, Enzo Ferrandino: «E’ un provvedimento forte che trova le sue motivazioni nell’andamento della curva dei contagi ma che tiene anche in debita considerazione la carenza di posti letto sia ordinari che di terapia intensiva. Certo, resta l’interrogativo forte delle conseguenze economiche dinanzi a un blocco del genere, che rende inevitabili misure di sostegno per l’economia reale». Enzo Ferrandino ha poi guardato la cosa anche dal punto di vista squisitamente isolano ed a riguardo ha detto: «Per Ischia, se volessimo essere un attimino più attenti all’aspetto economico, questo è un periodo in cui la nostra economia è meno vulnerabile, ma siamo comunque provati da un’estate che non è andata male ma certo è stata decisamente monca».

Rosario Caruso, sindaco di Serrara Fontana, è altrettanto chiaro ed esplicito: «Mi pongo dinanzi alla questione con atteggiamento prudenziale perché sicuramente l’aspetto economico ha la sua valenza, in fondo ci sono anche sull’isola varie attività nel campo dei servizi ancora aperte. C’è però anche l’evoluzione nel campo del contagio ma qui devo fare una precisazione: noi sindaci, a differenza del presidente regionale o del governo non abbiamo un quadro chiaro d’insieme. Sappiamo quello che succede sul nostro territorio ma non conosciamo la disponibilità di posti letto su scala regionale né tantomeno le previsioni relative alla curva epidemiologica. Ma se vengono fatte certe affermazioni ci saranno buoni motivi, almeno me lo auguro…».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button