Statistiche
ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

I trasporti sono allo sfascio, ecco il summit per la class action

 

ISCHIA – Questa volta si fa sul serio. E non soltanto per il ruolo istituzionale dei soggetti che sono scesi in campo, ma anche per la professionalità alla quale gli stessi si sono rivolti per cercare di aprire un fronte di guerra contro quella che sta diventando la vera piaga dell’isola d’Ischia, ossia il dramma dell’inefficienza dei trasporti terrestri che non soltanto sta causando una serie di danni alla “salute” degli isolani (dai giovani studenti agli anziani, nessuno escluso) ma soprattutto sta contribuendo ad affossare non poco l’immagine turistica del nostro paese, con la gente che si reca in vacanza che prima di salire su un autobus deve recitare tutte le preghiere del “repertorio” sperando che la buona sorte o le divinità lo assistano. Ma adesso, dicevamo, qualcuno ha deciso che è giunta l’ora di mettere un punto fermo. E lo si evince da un incontro rigorosamente non pubblicizzato che si è svolto ieri a Barano, in un noto studio professionale della centralissima Piazza San Rocco.

Lo studio in questione è quello dell’avv. Bruno Molinaro, che ieri ha ricevuto i presidenti di Federalberghi ed Ascom Ischia, Ermando Mennella e Marco Bottiglieri, con la delegazione che era composta però anche da Desiree Rossi e Luciano Iacono. L’incontro è stata l’occasione per cominciare a valutare se esiste l’opportunità di istituire una class action contro l’Eav Bus o eventualmente la Regione Campania, deputata a garantire questo tipo di servizio anche sulla nostra isola. Di fatto, gli imprenditori presenti all’incontro – che per ovvi motivi si sono fatti portavoce anche delle istanze di tutti gli associati – hanno discusso con il professionista del Foro isolano chiedendo di valutare la situazione e lo stato dell’arte e studiare attraverso quali strumenti normativi e giurisprudenziali possono essere garantiti nelle opportune sedi giudiziarie i diritti di molti addetti ai lavori ed imprenditori del turismo che hanno visto le proprie attività (e dunque i rispettivi bilanci) seriamente danneggiati da uno sfascio totale come quello che la Eav Bus ha “garantito” negli ultimi anni sul territorio dell’isola d’Ischia. Le parti si ritroveranno a breve ma conoscendo le capacità dell’avv. Molinaro, certo il legale non ci metterà molto ad individuare le criticità ed a colpire nel segno. Insomma, quella pazienza che fin qui si era avuta verso una società in costante agonia, è davvero finita. E figuratevi se a questa class action dovessero accodarsi anche associazioni di cittadini, il fuoco diventerebbe quello di una mitragliatrice…

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x