Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ibsen, all’opera la commissione per la mensa scolastica

Dalla Redazione

CASAMICCIOLA TERME. Nuovo incontro nei giorni scorsi presso l’Istituto Comprensivo E. Ibsen, dove si è svolto un sopralluogo da parte dei componenti dell’apposita Commissione per la Mensa Scolastica nominata alcune settimane fa con delibera di Giunta comunale. Come si ricorderà, il nuovo organo, a composizione mista genitori-docenti, è investito del compito di monitorare attentamente il servizio  mensa per gli alunni della scuola dell’infanzia e della scuola secondaria di 1° grado, per valutare  la qualità generale dei pasti: una sorta di organo di controllo e di vigilanza su un servizio fondamentale per i giovanissimi allievi,  con uno “screening” periodico di valutazione sulla qualità generale, anche degli stessi prodotti utilizzati per i pasti, oltre che per registrare eventuali criticità del servizio stesso. Nel recente primo sopralluogo dopo la nomina, i componenti della Commissione hanno così avuto modo di assistere alla preparazione dei vari pasti, appurando che le condizioni igieniche erano rispettate e che, a quanto si è potuto costatare, tutto era in perfetto ordine. Il prossimo passo verrà compiuto martedì 8 marzo, giorno per il quale è stata convocata una riunione in municipio dove sarà presente anche la consigliera delegata Nunzia Piro e il titolare della ditta che fornisce i pasti. Obiettivo dell’incontro è quello di discutere una serie di questioni tecniche ma anche pratiche, come ad esempio una serie di variazioni al menu, che secondo alcuni genitori si presenterebbe troppo ripetitivo ed avrebbe bisogno di qualche ampliamento per aumentarne la varietà. Tuttavia, è stato verificato che l’equilibrio dell’alimentazione tra frutta, verdura, carboidrati e altri nutrienti rispetta pienamente i parametri standard. Oltre all’avvocato e consigliere comunale Nunzia Piro, rappresentante dell’Amministrazione, la Commissione contempla i seguenti componenti: per la Scuola dell’Infanzia, il Plesso di Perrone è rappresentato dalla Docente Maria Pia Scuderi e dalla Signora Antonella Bellan; il Plesso Sanseverino, dalla Docente Clara Gallucci e dalla Signora Cristina Giacometti; il Plesso dell’ex Maio, dalla Docente Marianna Verde e dalla Signora Helga De Leonardo. Infine, per la Scuola secondaria di 1° grado, i rappresentanti sono il Docente Pasquale Giardino e la Signora Tiziana Monti. La Commissione, così formata, durerà in carica fino alla data ultima dell’erogazione del servizio, prevista per il 30 giugno 2016. Ai componenti dell’organismo non è riconosciuto alcun compenso o indennità. Il ruolo dell’organismo va visto anche nella prospettiva del prossimo anno scolastico, per il quale l’intenzione è quella di partire col servizio mensa sin dall’inizio delle lezioni, a differenza di quest’anno. Come si ricorderà, la vicenda relativa al servizio mensa nei plessi scolastici del Comune di Casamicciola Terme si  chiuse finalmente  – ed anche in tempi abbastanza celeri –  lo scorso novembre (quindi a due mesi dalla ripresa delle lezioni) con la firma da parte del responsabile di settore dott. Giuseppe Pisani della relativa determina, avente ad oggetto il servizio di mensa scolastica per l’Istituto Comprensivo Enrico Ibsen per l’anno scolastico 2015/2016, più precisamente per il periodo dal 16 Novembre 2015  fino al 30 Giugno 2016. Nell’atto, sostanzialmente, si stabiliva di approvare il verbale di gara che allegato in copia al presente atto ne forma parte integrante e sostanziale, per l’affidamento del servizio di mensa per gli alunni della scuola dell’infanzia e della Scuola Secondaria di I° grado dell’Istituto Comprensivo “Enrico Ibsen”, che fruiscono del tempo pieno, nonché al personale della scuola impegnato nella vigilanza ed assistenza agli alunni durante la refezione scolastica”. Contestualmente si comunicava anche che ad aggiudicarsi il servizio era stata la ditta Quadrelle, con sede legale a Quindici, in provincia di Avellino. Gli indirizzi generali per il servizio mensa, per la cronaca, erano stati dettati da una delibera di giunta municipale, la n. 127 dello scorso 12 ottobre. Il servizio, come detto, viene erogato agli alunni della scuola dell’Infanzia e della scuola Secondaria di I grado dell’Istituto Comprensivo “E. Ibsen”, cioè coloro che fruiscono del tempo pieno, e dal personale della scuola impegnato nella vigilanza ed assistenza agli alunni durante la refezione scolastica. L’importo complessivo presunto di tale fornitura era stato calcolato sul costo di euro 3.89 per singolo pasto e moltiplicato per 26.508 pasti, facendo anche riferimento al periodo dell’anno scolastico, aveva portato ad un totale complessivo di 107.240,76. Sono le famiglie degli alunni che usufruiscono della mensa a farsi integralmente carico del costo del servizio.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x