ARCHIVIOARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Ibsen, la Procura “sequestra” una parte dell’edificio

Ieri mattina una parte dell’edificio delle scuole medie Ibsen è stata interdetta da un tecnico incaricato dalla Procura di Napoli. L’architetto Giglio, dei Vigili del Fuoco della città partenopea, era giunto sul posto insieme ai Vigili Urbani agli ordini del Comandante Mattera, alla Preside Marinella Allocca, al responsabile scolastico della sicurezza, all’architetto D’Andrea, responsabile dell’Ufficio tecnico di Casamicciola. L’area interdetta si trova nella parte posteriore dell’edificio scolastico, e comprende un’area di sette metri a partire dalla scarpata retrostante, sulla sommità della quale  è situato l’Hotel Suisse. Di fatto è stato vietato l’accesso ai bagni di quella parte dell’edificio, e a un’aula. La motivazione alla base del provvedimento è quella di salvaguardare la “pubblica e privata incolumità”. Secondo il tecnico, il declivio in questione potrebbe anche cedere in presenza di forti piogge, creando rischi per gli occupanti della scuola. Sull’altro fronte, secondo gli esponenti dell’amministrazione casamicciolese non c’era comunque nessun pericolo, essendo stata la zona recentemente ripulita senza che emergessero potenziali rischi per la struttura scolastica. Fra l’altro la presenza di terrazzamenti, che finora non hanno mai ceduto anche durante le più avverse condizioni meteorologiche, costituirebbe un argomento a favore della mancanza di criticità. La diversità di vedute tra il tecnico e l’amministrazione ha imposto all’architetto Giglio il coinvolgimento dei colleghi della Caserma dei Vigili del Fuoco di Ischia, per comporre il relativo fonogramma e la scheda d’intervento.

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button