CULTURA & SOCIETA'

Il Cai fa belli i sentieri ischitani per le prossime escursioni

In attesa di Andar per sentieri si fa trekking con le guide Aigae: appunamento il 9, 23 e 30 luglio per il tramonto dal Monte Epomeo

Attività di pulizia dei sentieri, ieri mattina, da parte del Cai isola d’Ischia. Dopo le abbondanti piogge di maggio ed il calore esploso successivamente, la vegetazione rende complicato il passaggio e così, due squadre di volontari, hanno liberato una parte del sentiero 501 nel Bosco dei Frassitelli e in quello della Falanga.

Qualcuno li definisce gli angeli degli escursionisti, fatto sta che grazie alla loro opera di sistemazione del sentiero, gli amanti del trekking possono percorrerlo senza rischi e difficoltà.Da ieri mattina, i nostri del club alpino italiano, hanno tagliato erba, sistemato gli arbusti e gli alberi; toltoi rami caduti sul sentiero, liberando così il percorso da ostacoli inattesi. E ancora sono stati eliminati  i detriti, gli effetti delle frane causate dalle piogge. Anche e soprattutto questo significa amare la natura e programmare un tipo di turismo, quello legato al trekking, che piace e va incrementato!E mentre la Pro Loco Panza programma la prossima edizione di Andar per sentieri, e di andar per cantine raccogliendo diversi mesi prima la prenotazione di 20 turisti svedesi, ci si organizza per qualche escursione al tramonto su uno dei luoghi più suggestivi dell’isola: il monte Epomeo.

I prossimi appuntamenti il 9, il 23 e il 30 luglio con punto di incontro presso la piazza di Fontana. Chi è automunito può salire per ulteriori 2.5 km sino al rifugio “Miscillo Sapori e…”, al contrario è previsto servizio navetta. Da qui, attraverso terrazzamenti anticamente sfruttati per la coltivazione del grano, si arriva fino a Pietra dell’Acqua (enorme masso di tufo che funge da cisterna). Si arriverà in vetta, dove è stato ricavato l’eremo rupestre di San Nicola. Qui si potrà godere dello spettacolo del tramonto sul mare e le isole pontine, rievocando antiche storie e leggende locali. Con in mano le torce e ricomincerà il cammino attraverso l’antica mulattiera intagliata nella pietra ed un boschetto di castagni. Il meritato premio sarà una cena a base di coniglio, il tutto accompagnato da vino locale da vitigni antichi e tanta allegria.(Quota di partecipazione, Obbligatoria e possibile entro le 19:00 del giorno precedente, 35 euro, navetta esclusa).

Di certo tra le proposte più particolari, che coniuga la spettacolarità e la poesia dei paesaggi al chiaro di luna piena è l’escursione all’Epomeo al chiaro di luna con spuntino (16 luglio – 15agosto). Punto di incontro è la fermata autobus del Cimitero di Serrara. Chi è automunito può salire per ulteriori 2.5 km sino al ristorante “Il Bracconiere”, al contrario è previsto servizio navetta. Si assisterà al sorgere della luna rossa alle spalle dell’isola di Capri e per poi mettersi in cammino. Il percorso si snoda passando per Pietra dell’Acqua (enorme masso di tufo che funge da cisterna di raccolta dell’acqua piovana) e proseguendo in salita verso la vetta del Monte Epomeo, dove è presente l’eremo rupestre di San Nicola. Pochi metri ancora prima di raggiungere la vetta del Monte (790 m), da dove si potrà godere di una vista notturna spettacolare di Ischia, le isole pontine, Capri ed il litorale campano. Da questo punto, attraverso l’antica mulattiera incisa nella roccia, comincerà  la discesa tra i castagni, che condurranno gli escursionisti fino al punto di arrivo. Verso la fine del percorso si avrà modo di fare il tipico “spuntino” della tradizione: il “Culurcio” di pane (mezzo panello di grano antico e lievito madre) col pomodoro e vino bianco locale. (Per info 39.3661270197 ǀ www.nemoischia.it ǀ info@nemoischia.it). Una valida alternativa al mare, perché Ischia d’estate è anche trekking!

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close