Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Il carrettino di sotto al Castello con “‘a spremmuta” che avanza: a limoni e arance si aggiunge il melograno

GLI IMPRENDITORI VOLANTI IDA & LUCA: “Domenica scorsa col nostro carrettino delle spremmute abbiamo partecipato alla Domenica Ecologica in Piazza degli Eroi organizzata dal Festival della Filosofia di Ischia e Napoli con la collaborazione del Comune d’ Ischia. Noi finchè il buon tempo continua, ci troviamo sul ponte aragonese a 2 passi dal Castello per deliziarvi con una spremmuta tutta al naturale e con un panorama da cartolina”

A rilanciare la cultura del limone nella forma più semplice e tradizionale, ossia la “Spremmuta” è lui, il carrettino di sotto al Castello nell’antico Borgo di Ischia Ponte. Infatti a suscitare curiosità ed ammirazione anche quest’anno alla seconda esperienza dell’estate 2022 che sta per concludersi, sono loro, Ida Napoleone porticese che vive a Ischia da 14 anni e Luca Vittozzi, la coppia più simpatica del Borgo,titolari per improvvisa vocazione di uno scenografico carrettino mobile ecologico attrezzato di tutto punto per le migliori spremute di limoni fresche, dissetanti e ristoratrici.

Ora i due “benemeriti” della bevanda fresca e dissetante,hanno aggiunto anche il melograno rosso cardinale che pare voglia spadroneggiare sul carrettino facendo concorrenza ai “rivali” limone e arancia puntando sulle sue proprietà naturali più “aristocratiche” e curative. Il melograno non è la solka novita di quest’anno.Ida e Luca sono ancora frastornati dal momento prestigioso vissuto nei giorni scorsi quando hanno servito niente meno che al comandante dell’Amerigo Vespucci Capitano di Vascello Massimiliano Siragusa in visita ufficiale a ischia ed al sindaco di Ischia Enzo Ferrandino la loro straordinaria spremmuta dissetando i due inattesi “clienti” prima della salita al Castello. La diretta testimonianza sincera e genuina di Ida e Luca, proprio come la loro Spremmuta di limone e di melograno non ti permette di aggiungere altro: “ Siamo Ida Napoleone porticese ma vivo da 14 anni a Ischia e Luca Vittozzi .abitiamo entrambi a Ischia ponte precisamente dietro alle chiazze. Gestiamo un carrettino ecologico, di prodotti bio, i nostri limoni 100% ischitani e a km 0. Abbiamo iniziato la nostra avventura all’inizio dell’estate scorsa 2021. Oggi abbiamo festeggisto e superato il nostro primo anno di attività.

I DUE COMANDANTI DELLA NAVE VESPUCCI BEVONO LA SPREMMUTA DEL CARRETTINO DI IDA E LUCA

Da subito turisti e isolani hanno apprezzato la freschezza delle nostre spremmute. Senza zucchero, fatte solo con ghiaccio e agrumi. Usiamo cannucce e bicchieri biodegradabili e fatti con materiale riciclato, appunto perché abbiamo a cuore l’ambiente e il nostro mare eccezionale! Domenica scorsa abbiamo col nostro carrettino delle spremmute partecipato alla Domenica Ecologica in Piazza degli Eroi organizzata dal Festival della Filosofia di Ischia e Napoli con la collaborazione del Comune d’Ischia. Noi finchè il buon tempo continua ci troviamo sul ponte aragonese a 2 passi dal Castello per deliziarvi con una “spremmuta” tutta al naturale con un panorama da cartolina!!”. Ida e Luca orgogliosi del loro carrettino mobile ce ne danno una minuziosa descrizione: “Il nostro carrettino in stile retro delle spremmute, sostiene la coppia tutta pepe di sotto al Castello, è interamente ecologico, viene trainato solo dalla bicicletta a pedali. È costruito in legno, il bancone è in acciaio. Il ghiaccio viene caricato quotidianamente e messo nella cella di acciao sotto al bancone.

LUCA ED IDA CON IL LORO CARRETTINO DELLA SPREMMUTA ALLA DOMENICA ECOLOGICA IN PIAZZA DEGLI EROI DOMENICA SCORSA 11 SETTEMBRE

È provvisto di un piccolo lavandino, lo scarico dell’acqua viene raccolto dalla tanica posta sotto al vano frigo. E anche l’ acqua fresca è pulita viene caricata quotidianamente. Le piantine di erbe aromatiche che adornano il carrettino sono tutte vere è super profumate e sono l’attrazione non solo dei turisti e clienti, ma anche delle Api che ronzano infastidite su di esse”. Ida Napoleone e Lucca Vittozzi con il carrettino mobile della “Spremmmuta”, sono alla loro seconda esperienza annuale di lavoro nel settore e intendono migliorarsi ancor di più per far cresce la propria credibilità di esperti imprenditori volanti. I limoni ischitani sono un mix di profumi mediterranei, frutti della terra vulcanica (Monte Epomeo e Fumarole) e della mite brezza di mare, un dono per il gusto e per la pelle sull’isola del benessere per antonomasia. Per questo motivo è particolarmente indicato per le pelli che presentano macchie solari o di vecchiaia, rughe e smagliature. Il duo Giorgio e Caterina Calabrese, del limone in generale, ne danno una interessante descrizione.

IDA, LUCA E IL SINDACO D’ISCHIA ENZO FERRANDINO

Ecco i due cosa dicono: “Fino a qualche anno fa il limone era considerato un agrume di cui si sfruttava solamente il succo per condire cibi salati e dolci. Da questa pratica è nato il modo di dire “spremuto come un limone” che stava a significare sfruttato al massimo e poi buttato. Oggi non più, del limone non si butta via nulla. Le bucce, infatti, si usano per preparare un liquore molto apprezzato: il Limoncello. Bisogna ora rivalutare e utilizzare il limone per quello che è: un vero frutto fresco. Non più dunque la cenerentola degli agrumi da spremere o da tritare, ma l’onore della tavola alla stregua degli altri agrumi. Alcune varietà, come i limoni di ischia, ben si prestano a far invertire la rotta.La prima fioritura è a marzo, che darà frutti neltardo autunno e nell’inverno successivo, saranno molto succosi e avranno il nome commerciale”Marzano”. La fioritura principale è da metà aprile a metà maggio, da questa si otterranno i “frutti invernali” a partire da fine settembre-ottobre fino a marzo e sono chiamati commercialmente “primofiore”. A fine maggio, primi di giugno: la pianta continua a fiorire da questa terza fioritura nascerano limoni spesso uniti a grappolo denominati “maiolini” o “biancucci” per via della loro colorazione giallo pallido.

Ads

Dalla fioritura di luglio agosto si possono ottenere i “verdelli” i cui frutti si raccolgono in estate. Se l’autunno si presenta mite la pianta fornisce una quinta fioritura dalla quale avranno origine i “bastardi” o “codoni”. La straordinaria fecondità di quest’albero è ben descritta dal Tasso in questi versi: “Co’ fiori eterni “il frutto dura. E mentre spunta l’un, l’altro matura”.” Le piante di limoni a Ischia sono a macchie verdi disseminate in lungo ed in largo per tutto il territorio isolano, diviso in appezzamenti di terreni privati ove trovano spazio con fierezza naturale i nostri limoneti fatti di piante non troppo alte i cui rami si allungano sotto pergolati ombrosi dai quali fanno bella mostra a grappoli o singoli i limoni nati dalle cinque fioriture della pianta alla sua crescita e lunga vita.I nostri limoni sono quelli delleChianole, di Buttavento, di Fiaiano,di Buonopane a Barano; di Casalauro,Fondobosso, La Foce dietrovi Iasolino,via Cartaromana, terrenia terrazza sotto il Montagnone lungo via Quercia a Ischia; Monte Vico, Fundera, Fango, Borbonica a Lacco Ameno; Paradisiello, la Rita, Sentinella, Croci, Castanito, Nizzola ,Perrone a Casamicciola; Succhivo, Ciglio,Noia,Bracconiere, Cava Grado, Cava Ruffano a Serrara Fontana; Spinavola, Le Canne, SanFrancesco, Zaro, Piromallo, Bocca, Sorceto, Citara a Forio.

Ads

Foto di Giovan Giuseppe Lubrano Fotoreporter

antoniolubrano1941@gmail.com

info@ischiamondoblog.com

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex