Statistiche
CRONACA

IL CASO BIS Mancata risposta, condanna anche per Casamicciola

Ancora una condanna per non aver dato seguito ad una richiesta di accesso agli atti. Questa volta ad essere condannato è il Comune di Casamicciola. I giudici della sesta sezione del Tribunale amministrativo regionale della Campania hanno ordinato all’amministrazione l’esibizione della documentazione richiesta. E non solo. Condannato il comune di Casamicciola Terme al pagamento delle spese di giudizio che liquida in 1200 euro, oltre accessori di legge, con distrazione la difensore per dichiarato anticipo. Lo scorso luglio Salvatore Di Costanzo, in qualità di proprietario di un immobile sito in via Pantano, ha inoltrato al comune di Casamicciola una istanza di accesso documentale con cui chiedeva copia del fascicolo edilizio relativo a tale immobile per finalità di difesa in giudizio (pende infatti in relazione all’immobile una procedura di demolizione conseguente a una sentenza penale di condanna recante ordine di demolizione ex articolo 7 della legge 28 febbraio 1985, n. 47). Nessuna risposta, però, c’è stata dall’amministrazione che è rimasta inerte. Il Comune di Casamicciola non si è costituito nemmeno in giudizio presso il Tribunale amministrativo regionale. Per questo i giudici, acclarata l’illegittimità del silenzio, hanno ordinato al comune di Casamicciola Terme l’esibizione della documentazione richiesta e, nel contempo, hanno condannato l’Ente al pagamento delle spese di giudizio.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x