Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il caso campetto Liceo: Comune-Avvocati 1-0

di Marco Gaudini

 ISCHIA – Sui campi di calcio si sono “combattute” le sfide più belle, quelle che hanno emozionato sportivi e non di ogni luogo del mondo. E molte vole il tutto è iniziato proprio da quei campetti di calcetto, un po’ malmessi, quelli che si vedono nelle immagini dei primi calci tirati ad un pallone dei grandi campioni dello sport. Invece sull’isola, sul terreno del campo di calcetto situato accanto all’ex liceo classico di Ischia, ieri si è combattuta un’altra “sfida”, quella tra gli avvocati isolani e l’amministrazione comunale di Ischia. Oggetto del contendere lo spazio del campetto utilizzato dai legali come parcheggio per le loro auto. E’ quello che è accaduto ieri mattina, quando sono giunti all’ingresso del campetto gli operai incaricati dal Comune per l’installazione di gigli, che impedissero l’ingresso delle auto nell’area limitrofa all’odierna sede della Sezione Distaccata. Da lì si è scatenato un vero e proprio putiferio con gli avvocati sul piede di guerra, e sono state addirittura allertate le forze dell’ordine. Quindi mentre da un lato l’amministrazione comunale cercava di garantire la fruibilità di uno spazio dedicato alla pratica sportiva, e da poco, dopo le numerose segnalazioni, sistemata con la messa in sicurezza delle porte del campo di calcio, dall’altro lato c’erano gli avvocati che rivendicavano il diritto a poter utilizzare quell’area come parcheggio per le proprie auto, e per i dipendenti della Sezione Distaccata del Tribunale. Molti penseranno ad una difesa di un “privilegio” di “casta”, ma il Presidente dell’Associazione Forense non ci sta a questa definizione che rispedisce al mittente. L’avvocato Francesco Cellammare ha infatti così commentato gli avvenimenti di ieri mattina:« corre l’obbligo di puntualizzare che gli avvocati non hanno denunziato nessuno. Il Giudice ha semplicemente richiesto l’intervento delle Forze dell’Ordine perché, – credo (io mi trovavo in Corte d’Appello a Napoli) -, l’opposizione di paletti all’ingresso del parcheggio del Palazzo di Giustizia aveva intrappolato alcune auto tra cui anche quella dell’Ufficiale Giudiziario. Personalmente ritengo che quell’area debba continuare ad essere utilizzata come parcheggio per tutte le auto non solo degli avvocati ed operatori di Giustizia, ma anche e soprattutto per i tanti Cittadini che frequentano le aule del Tribunale e del Giudice di Pace.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x