CRONACA

Il Comitato Trasporti Procida scrive all’Eav per chiedere garanzie su trasporto disabili e servizio scolastico

Nella nota inviata ai vertici della società di trasporti si richiede il prolungamento annuale del servizio a chiamata

Il Comitato Trasporti Procida in una recente nota inviata al Presidente dell’EAV, De Gregorio, al Direttore Sposito, al Direttore Vignola, al Direttore Cozzolino, Responsabile Procida Ambrosino, formula la richiesta di prolungamento annuale del servizio a chiamata per i disabili, che bene ha funzionato in questi mesi, e l’istituzione del servizio scolastico.

“Gentili responsabili, si rende necessario assicurare il servizio di trasporto pubblico a chiamata per i disabili per l’interno anno come istituito da codesta società il 15/03/2019.

Il servizio a chiamata per disabili ha costituito un’ importante manifestazione di sensibilità da parte di codesta Società, dopo anni di denunce e di discriminazioni subite dai diversamente abili del territorio e da quelli ospiti dell’isola. Del resto, con un parco autovetture assai modesto ed in gran parte privo dei necessari ausili, risulta indispensabile assicurare un diritto di mobilità territoriale alle persone meno fortunate, anche in considerazione dell’ assenza di ulteriori servizi di trasporto pubblico adeguati.

Si rende altresì necessario istituire un servizio di trasporto scolastico dedicato e/o con istituzione di corse bis per studenti delle scuole elementari, medie e per i bambini delle scuole materne.

Tutti e tre gli istituti scolastici dell’isola sono ubicati in zone ad alta presenza veicolare, con strade di ridotta larghezza e sono interessati, durante l’entrata e l’uscita da scuola, da fenomeni di intasamento generale che mettono a rischio anche la incolumità degli stessi studenti, oltre che provocare insopportabili fenomeni di inquinamento ambientale.

Ads

Precisiamo, che anni addietro il servizio era già opportunamente svolto sull’isola con ampi apprezzamenti e numerose adesioni.

Ads

Ricordiamo che il trasporto pubblico sovvenzionato, come da regolamentazione nazionale e regionale, è finalizzato a garantire all’utenza i necessari spostamenti territoriali e, gli studenti, rappresentano il più importante bacino di utenza, il più numeroso, e, dal punto di vista educativo, quello su cui investire per una sempre maggiore affezione al mezzo di trasporto pubblico.

Senza opportunamente citare che almeno per la scuola dell’obbligo non si possono obbligare i genitori a dotarsi di autovettura; che possono esserci condizioni meteo proibitive; che non si può intralciare il traffico davanti alle scuole con relativa produzione di pericoli stradali e situazioni di alto inquinamento; che la politica attuale è quella di favorire il trasporto pubblico collettivo su quello individuale.

Proprio la società EAV, del resto, è venuta incontro a tale esigenza in molte altre realtà del territorio campano, a cominciare dall’isola d’Ischia. Si confida nella sensibilità e nella positiva risposta organizzativa da parte delle SS. LL., ognuno per la propria competenza, per vedere l’isola di Procida dotarsi di servizi di civiltà, di progresso e di vicinanza alle esigenze locali di trasporto. Si ringrazia”.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex