Statistiche
LE OPINIONI

IL COMMENTO Il Calise, una pietra miliare del vivere isolano

DI GIACOMO PASCALE

E’ sconfortante vedere i battenti abbassati del bar Calise. Da troppo tempo non metto piede in questa storica attività isolana che, da sempre, è un punto di riferimento per migliaia di cittadini: il Calise è la capitale delle seratine frizzantine d’estate, un luogo di ritrovo dove incontrarsi, fare nuove amicizie, chiacchierare coi propri amici, con la propria metà. Un luogo dove poter ascoltare buona musica, assaporare mille prelibatezze, sorseggiare ottimi drink. E, soprattutto, mangiare il mitico cornetto, divenuto un’istituzione inossidabile: un vero e proprio brand, un must imprescindibile per chi mette piede sull’isola. Tant’è – e lo so bene – che i vacanzieri non tornano nelle proprie abitazioni cittadine senza aver prima assaporato questo fiore all’occhiello. Ho tanti ricordi legati al Calise, ricordi dei tanti momenti felici e intensi che mi ha regalato questa storica attività commerciale. E’ davvero difficile pensare o raccontare un momento particolare: il Calise è una pietra miliare del vivere isolano, una colonna portante che ha scandito la nostra quotidianità. Come cittadino, prima ancora che da Sindaco, non finirò mai di ringraziare il Cavaliere Calise per averci regalato questa perla, che fa parte a tutti gli effetti del nostro dna.

Il Cavaliere ha donato alla nostra isola un certo modo di fare imprenditoria, accoglienza, turismo. Ha rappresentato sull’isola il classico “imprenditore old style”, che ci mette cuore, investimenti ma soprattutto passione per la propria attività. Lo s’è visto per lo stile dei dipendenti così come per la qualità e la quantità di piante meravigliose che adornano da sempre la struttura principale. E potrei continuare per giorni. Oggi la governance cambia e l’auspicio è che i nuovi imprenditori possano portare avanti il brand Calise, che è molto piu’ di un cognome: è uno stile, un modo di fare imprenditoria con pochi eguali nel nostro Paese. Pertanto, auspico che la nova dirigenza possa metterci la stessa passione e lo stesso cuore, dalla salvaguardia dei livelli occupazionali fino alla necessità di preservare gli ambienti, contribuendo a tenere alto il nome “Calise”: il Cavaliere lo merita, per quanto ha fatto per la nostra isola! A tal proposito, a breve organizzerò la consegna di una targa: sento il dovere morale e politico di riconoscere la grandezza del Cavaliere per quanto ha fatto per la nostra Comunità isolana. E intendo omaggiarlo, prima ancora che da Sindaco, come figlio di questa terra, eternamente grato ad un imprenditore con la “i” maiuscola!

* SINDACO DI LACCO AMENO

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x