LE OPINIONI

IL COMMENTO Ischia e il cinema veicolo di promozione

DI MARCO BOTTIGLIERI

“Il mio regno per una farfalla” è approdato nelle sale cinematografiche dal 13 giugno. Una favola e commedia girata interamente ad Ischia con la regia di Sergio Assisi. Cineturismo come strategia di promozione e valorizzazione di una destinazione turistica. L’espansione turistica il successo e la conoscenza in tutto il mondo della nostra isola parte proprio dall’intuizione e lungimiranza di un grande imprenditore, il Cavaliere Angelo Rizzoli, che negli anni 50 del ‘900 attivò tutti i suoi canali editoriali, cinematografici e giornalistici a sostegno dell’immagine dell’isola d’Ischia e, naturalmente, dei suoi interessi. “Suor Letizia”, “Vacanze ad Ischia”, “Appuntamento a Ischia”, “Ischia operazione amore” furono tutte pellicole commerciali funzionali ad una più ampia strategia di quello che oggi si chiama marketing territoriale, teso a promuovere un’isola che in quegli anni veniva letteralmente presa d’assalto dal jet-set internazionale. Per fare turismo non basta disporre di una località turistica o disporre di risorse molto importanti , come le terme naturali (sia essa una città d’arte, un lungomare in uno splendido golfo, una campagna sempre verde, ecc.). Ambiente e arte valgono poco se non sono adeguatamente valorizzati, inseriti in itinerari che ne arricchiscano il senso, fatti oggetto di mete raggiungibili con trasporti adeguati e aventi a disposizione strutture ricettive di buon livello. Fare leva sulla comunità locale e farla diventare il primo promotore del proprio territorio comunicando un’immagine e una percezione partecipata e vincente.

La rappresentazione e l’esaltazione degli scenari naturali fondano il proprio successo su tre elementi: unicità, specificità e inimitabilità. Tali ingredienti costituiscono un’importanza fondamentale quando è il momento di scegliere la destinazione, sia per le produzioni cinematografiche o televisive, sia per i turisti o cineturisti. Un soggetto e/o una trama interessante e suggestiva, specialmente se corredata da sequenze emozionanti e capaci di coinvolgere lo spettatore, inducono a rivivere l’esperienza del film nelle rispettive location. Quello delle produzioni cinematografiche è, per chi si occupa di promozione del territorio, uno strumento che può fare la differenza.  Lo dimostra il fiorire, fuori e dentro l’Italia, di festival cinematografici anche piccoli e indipendenti e di film commission che hanno come obiettivo, appunto, attrarre produzioni cinematografiche.

Le riprese del Film hanno il patrocinio dei Comuni di Ischia e Casamicciola Terme, che hanno creduto e sostenuto da subito il progetto. Il film è girato interamente sull’Isola di Ischia. Molte scene sono state girate nel Comune di Ischia, dando valore alle bellezze del Borgo di Celsa, con riprese al piazzale Aragonese e nella Cattedrale del Castello Aragonese. Sul corso principale di Ischia Porto e nella celebre Piazzetta San Girolamo. Nel caratteristico ristorante Duilio e nello stabilimento Balneare Ricciulillo, presso il Lungomare Cristoforo Colombo. Sono state fatte riprese in barca lungo le Coste adiacenti a Cartaromana e all’Hotel Delfini con sfondo del Castello e scogli di S. Anna. Nel comune di Forio sono state effettuate riprese al Belvedere di Zaro Presso il Porto di Casamicciola e nel Corso Luigi Manzi nei pressi della caratteristica Fontana. Un particolare ringraziamento lo voglio fare a nome dell’isola ai produttori, Gianluca Varriale e Alessandro Riccardi per VARGO e al bravo regista e attore Sergio Assisi. Infine un augurio a mia figlia Manuela, che ha collaborato con passione e dedizione a questo progetto. Tante scene di Ischia che ammireremo nel film sono frutto della sua intuizione, preparazione, legame e conoscenza del territorio. L’augurio è quello che possa continuare un percorso che sia il frutto degli studi e della sua passione .

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

1 Comment
Più vecchio
Più recente Più Votato
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Beta

È proprio così: il cinema induce a rivivere l’esperienza del film nella sua location.
Nel bene e nel male però!
La selezione della qualità del film da accogliere è fondamentale, per evitare il richiamo di un tipo di turismo indesiderato nonché l’istinto di emulazione che può produrre…

Pulsante per tornare all'inizio
1
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex