Statistiche
LE OPINIONI

IL COMMENTO Isole covid-free, occasione da non perdere

DI MARCO BOTTIGLIERI

La stagione estiva è alle porte e con la minaccia Covid ancora presente nelle nostre vite sono in tanti ad avere ancora dubbi sull’effettiva possibilità di trascorrere un’estate quanto più serena possibile. Rispetto al 2020 a nostra disposizione c’è però un’arma importante che, se utilizzata nei tempi giusti, può consentirci dei più che meritati bagni in totale relax. Stiamo parlando ovviamente del vaccino: se altrove sono più avanti nella distribuzione in Italia c’è ancora un po’ di strada da percorrere con la luce che s’intravede appena in lontananza. Ecco che in totale autonomia alcune regioni provano ad accelerare: è il caso della Campania che per rilanciare il proprio turismo sta pensando di rendere i suoi luoghi a prova di virus, anche se il Governo si è messo di traverso (si spera solo temporaneamente e che possa arrivare una deroga).

Il modello è quello della Grecia dove le isole più piccole hanno bypassato la coda per arrivare anticipatamente all’immunità e attirare di nuovo a gran voce i turisti dopo il forte calo dello scorso anno. Ufficialmente la scelta è dovuta soltanto a questioni unicamente organizzative, in realtà la strategia economica è sembrata fin troppo evidente. In questo modo tutto sarebbe pronto per la metà di maggio con l’opportunità di aprire le frontiere ed accogliere i numerosi viaggiatori in visita, naturalmente con le dovute precauzione (vaccino o test che attesti la negatività al Coronavirus). Più chiaro il comunicato della Regione Campania con precise finalità di marketing: “Abbiamo deciso di dare priorità nelle prossime quattro settimane alla vaccinazione degli operatori del comparto turistico-alberghiero, avendo come obiettivo un punto di equilibrio tra esigenze sanitarie e rilancio dell’economia della nostra regione. L’obiettivo è poter rilanciare sul mercato mondiale le nostre mete turistiche libere dal Covid.

La decisione tuttavia ha destato non poche polemiche, alcuni sindaci delle aree turistiche non coinvolte in questo piano, hanno chiesto al Presidente De Luca di rivedere questa decisione e di attenersi alle direttive nazionali sul programma di vaccinazioni. Qualche giornalistia, ha chiaramente ripreso ed evidenziato il malessere di alcuni amministratori e cavalcando la polemica ha creato il caso (e poi è arrivato lo stop del governo centrale). Notizia e polemica che non mi pare di aver letto quando tutti i media del mondo hanno favorevolmente evidenziato la giusta scelta di rendere Covid Free le isole della Grecia o della Spagna. La quale scelta ha portato queste località a trovarsi di colpo con migliaia di prenotazioni. Non bisogna dimenticare e sottovalutare, tra l’altro, che la sanità sulle isole è una costante emergenza legata ai limiti della insularità e a carenze intrinseche.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Controllare Anche
Close
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x