Statistiche
LE OPINIONI

IL COMMENTO Le isole minori all’attenzione del Parlamento

DI CELESTINO IACONO

Per volontà dell’On. Alessandro Amitrano, segretario della Presidenza della Camera dei Deputati, facente parte del neonato Partito “Insieme per il Futuro” – creatosi dalla scissione del Ministro Luigi DI Maio dal Movimento 5 Stelle – è nato l’Intergruppo Parlamentare a sostegno delle Isole Minori. L’intergruppo Parlamentare, di cui fanno parte deputati e senatori di diversi partiti politici, ha deciso di lavorare, superando gli sbarramenti generalmente dettati dalla diversa estrazione politica, per porre l’attenzione sul maggiore disagio e quindi sulle discriminazioni vissute dagli abitanti delle Isole Minori, rispetto ai cittadini che vivono in terra ferma o sulle Isole Maggiori. Al fine di meglio recepire le istanze, le difficoltà ed eventuali proposte di soluzioni, l’Intergruppo Parlamentare ha deciso di costituire un “Tavolo Tecnico”, che avrà compiti consultivi e propositivi e sarà composto da soggetti di indubbia integrità morale, che conoscendo bene la realtà delle Isole Minori e possedendo le conoscenze e le attitudini affini alle finalità del progetto, possono rappresentare un valido supporto all’Intergruppo Parlamentare, il quale avrà il compito di tradurre in “norme”, le soluzioni eventualmente identificate da questo lavoro svolto in concerto.

L’on. Amitrano si è recato nei giorni scorsi sulla nostra isola incontrando Sindaci, giornalisti, Associazioni di categoria, imprenditori, sia per presentare il progetto, che per eventualmente identificare i soggetti da accogliere al Tavolo Tecnico, la cui guida sarà affidata, come è giusto che sia, al Sindaco di Forio Francesco Del Deo, dal momento che è anche il Presidente dell’ANCIM (Associazione Nazionale Comuni Isole Minori). La venuta dell’On. Amitrano, se non fosse per i motivi che a breve cercherò di illustrare, sarebbe potuta apparire, come una delle tante inutili “passerelle” elettorali, alle quali assistiamo nostro malgrado da anni. Non questa volta. Il primo motivo è che gli abitanti delle isole minori sono circa 200 mila, peraltro suddivisi in diverse ragioni italiane, quindi un numero esiguo per chi è alla ricerca solo di consenso elettorale. Il secondo motivo risiede nel fatto, che gli eventuali meriti (augurandoci che ce ne siano e in tempi ragionevoli), dovranno distribuirsi in modo del tutto uguale tra i Deputati ed i Senatori appartenenti ai diversi partiti politici, che compongo l’Intergruppo Parlamentare.

Quindi, questa volta, grazie a Dio, non si tratta di un “marchetta elettorale”, perché il tornaconto politico è veramente scarso. Com’è possibile che qualcuno veramente abbia a cuore le sorti delle Isole Minori? Possiamo davvero credere che ci sia un politico che voglia tentare di compensare e ristorare le innumerevoli discriminazioni patite dalle popolazioni, che abitano queste piccole isole? Per rispondere a questi quesiti, che per primo mi sono posto, potevo percorrere una sola strada: accettare l’invito ad incontrare l’On. Amitrano, che mi era stato rivolto. Mi sono trovato di fronte una persona giovane, seria, dal tono pacato che mi guardava dritto negli occhi. Napoletano. La prima domanda che gli ho rivolto è stata: “chi è il promotore di questo Intergruppo Parlamentare?” e la sua risposta è stata: “Il promotore sono io”. Ci siamo confrontati per circa un’ora, dove ho avuto modo di parlargli di alcuni dei disagi patiti dagli “isolani minori”, soprattutto i più fragili come i malati oncologici, ma anche dei pendolari, degli studenti, del costo del carburante e dei trasporti nel golfo, della carenza di personale specializzato in campo sanitario, della sede distaccata del Tribunale d’Ischia. Il tempo era finito, ma avremmo potuto parlare per giorni.
Chi mi conosce bene, sa che sono piuttosto asciutto e schietto nelle mie esternazioni e devo dire che l’On. Alessandro Amitrano mi ha fatto un’ottima impressione: non mi è parso avere l’atteggiamento di chi ha tempo da perdere. Anzi. Ha ascoltato sempre con interesse ed ha replicato con pacatezza e competenza. Mi è sembrato un uomo preparatosi a raccogliere una sfida difficile, ben consapevole delle difficoltà, ma pronto ad assumere un impegno. Gli ho creduto…. perché mi è apparso credibile! Auspico che quanto prima si costituisca il “Tavolo Tecnico” e l’Intergruppo Parlamentare si metta al lavoro, perché le difficoltà sono tante e la crisi economica ha ulteriormente aggravato lo stato di difficoltà di moltissime famiglie. Da queste pagine voglio augurare all’On. Amitrano buon lavoro, ma soprattutto chiedergli di agire con la massima sollecitudine.

* IMPRENDITORE TURISTICO


Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex